In mostra l’arte trafugata dai nazisti

di Micol Di Veroli Commenta

Jan Steen - Il sacrificio di Ifigenia
Jan Steen - Il sacrificio di Ifigenia

New York –  50 dipinti dei maestri olandesi trafugati dai nazisti durante la seconda guerra mondiale  verranno esposti domenica al Jewish Museum di New York. I dipinti furono un tempo di proprietà di  Jacques Goudstikker, mercante d’arte di religione ebraica morto nel 1940 mentre era in fuga dalla invasione dei nazisti in Olanda. Dopo la morte di Goudstikker gli 800 dipinti della sua collezione furono trafugati dal braccio destro di Hitler : Hermann Goering che li aggiunse alla sua collezione d’arte privata.

Nel 2006 il governo olandese dopo 10 anni di battaglie legali ha restituito 200 dipinti  a Marei von Shaer unica erede della famiglia Goudstikker.

“Finalmente l’errore è stato corretto” ha commentato Marei von Saher ” questo è uno dei giorni più felici della mia vita”

Anche se i 200 dipinti sono tornati alla base, la buona parte della collezione Goudstikker è ancora in giro per il mondo come conferma Lawrence Kaye, legale dell’ereditiera Marei Von Shaer.

Goudstikker è stato uno dei più importanti art dealers d’Europa tra la prima e la seconda guerra mondiale,  al momento della morte la sua collezione era stimata attorno ai 1400 dipinti. La collezione di Goudstikker includeva lavori del Rinascimento italiano, arte tedesca e olandese, maestri fiamminghi del 17esimo secolo, Rococò italiano e francese, e dipinti del 19esimo secolo francesi e nordeuropei

La selezione dei pezzi in mostra al Jewish Museum include Il sacrificio di Ifigenia di Jan Steen, un paesaggio invernale di Jan Van Goyen, due paesaggi di Salomon Van Ruysdael e una marina del nipote Jacob Van Ruisdael

Dieci dei dipinti in mostra sono per la prima volta visibili in nord america

Tra gli oggetti in mostra c’è anche un piccolo notebook contenente le annotazione sull’inventario della collezione Goudstikker al tempo della sua fuga.

La mostra intitolata Reclaimed: dipinti dalla collezione di Jacques Goudstikker sarà inaugurata il 15 marzo e resterà aperta fino al 2 agosto. Dopo la tappa del Jewish Museum la collezione Goudstikker sarà esposta a San Antonio, Texas, Palm Beach, Florida e San Francisco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>