David Sylvian – Manafon

di Manfred Rur Commenta

Torna il barone della musica intimista, è infatti da poco uscito il nuovo disco di David Sylvian ex leader dei Japan e carsimatica voce dai toni profondi e drammatici. Languido, e scarno come se stesse leggendo versi di poesie Sylvian plasma questo Manafon partendo dall’avant-garde, dall’improvvisazione elettroacustica e dalla post-glitch elettronica.Evocativo, oscuro ed ovattato questo disco è uno dei capitoli più felici del nostro beniamino, lo si capisce da grandi momenti come Small Metal Gods in cui la melodia cede il posto a suoni d’ambiente ed alla splendida voce.E come non notare i suoni drone di Snow White in Appalachia e la minuta cesellatura di 125 Spheres e Random Acts of Senseless Violence. Non è un disco come tanti è un disco di David Sylvian, un piccolo capolavoro di suoni ed emozioni che non mancherà di stupirvi e commuovervi. Intimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>