Sam Leach vince il Wynne prize con un dipinto…copiato

di Micol Di Veroli Commenta

sam leach

La lontana Australia è ultimamente balzata agli onori delle cronache per un fatto alquanto buffo che ha suscitato un vero e proprio scandalo all’interno scena artistica locale. Teatro del misfatto un concorso artistico dedicato alla pittura paesaggistica che prende il nome di Wynne Prize. Il primo premio del concorso è andato a Sam Leach che ha così vinto un premio in denaro di 25.000 dollari. Fin qui tutto bene direte voi, il problema è che Leach ha liberamente dichiarato di aver copiato il suo dipinto dall’opera Boatmen Moored on the Shore of a Lake, creata dal pittore Adam Pynacker nel 1660 ed attualmente in collezione permanente al Rijksmuseum di Amsterdam.

Fatto ancor più sbalorditivo è che Leach non ha mai avuto modo di vedere l’originale ma ha copiato l’opera direttamente da una foto presa da internet. Ovviamente tali dichiarazioni hanno letteralmente scioccato e disgustato il pubblico australiano. Eppure Leach ha apportato alcune modifiche al dipinto originale, il pittore ha infatti rimosso alcuni particolari presenti nell’opera di Pynacker come 5 pescatori, una donna con bambino, due barche attraccate, un asino ed un bue, lasciando al posto dei soggetti una landa boschiva pervasa da un oscuro bagliore. Molti hanno suggerito di togliere il premio a Leache ed anche l’art dealer di Sydney, Martin Browne, ha rilasciato alcune dichiarazioni in tal senso, affermando che il premio dovrebbe essere concesso a Philip Wolfhagen, un pittore della Tasmania che aveva guadagnato i favori della giuria. Il Wynne Prize è stato istituito nel 1897 per incoraggiare gli artisti australiani a registrare  mediante la loro creatività il paesaggio reale.

Va detto quindi che gli obiettivi del premio sono stati totalmente disattesi da Leach che con la sua opera ha letteralmente copiato l’ingegno di un altro artista. Insomma possiamo consolarci pensando che non solo nel nostro bel paese i concorsi artistici sono sempre al centro di roventi polemiche. Tutto il mondo è paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>