Con “I Conflitti” si chiude il progetto Il Caos a Venezia

di Micol Di Veroli Commenta

Con I CONFLITTI si conclude il progetto espositivo IL CAOS, promosso dalla Società San Servolo Servizi in collaborazione con la Provincia di Venezia, che dal 2009 affronta ogni anno tematiche urgenti dell’attualità. La trilogia, a cura di Raffaele Gavarro, è dedicata a Pier Paolo Pasolini e prende il titolo dalla rubrica che il poeta tenne dal 1968 al 1970 sul settimanale “Tempo”, e vuole rendere testimonianza dell’arte degli ultimi anni che affronta in maniera esplicita argomenti e situazioni sociali ed etiche.

Dopo la tappa dedicata al tema del LAVORO (Nel
 2009 gli
 artisti
 invitati
 sono
 stati: Marco
 Bonafè, Gea
 Casolaro, Donatella
 Di
 Cicco, Danilo
 Donzelli, 
Sandro 
Mele, Alice 
Schivardi, 
Giuseppe 
Stampone, Enrico
 Vezzi), e quella dedicata alle MIGRAZIONI (Nel
 2010 
sono 
state 
esposte 
le
 opere
 di: Theo 
Eshetu, Michael Fliri, H.H.
Lim, Paolo Meoni, Alex
 Mirutziu, Ivana 
Spinelli, Driant
 Zeneli), si inaugura il 3 giugno CONFLITTI, una mostra che raccoglie opere di artisti italiani e internazionali. Si va dalle foto di Beirut di Gabriele Basilico, alle strane immagini delle spiagge di Tel Aviv di Raffaella Crispino, passa dalle potenti foto della Regina Josè Galindo e arriva alla spettacolare installazione dell’artista finlandese Kaarina Kaikkonen, per poi continuare con l’altrettanto suggestiva installazione sonora di Piero Mottola.

Un viaggio che continua con la violenza delle immagini di Alejandro Vidal e dell’artista armeno Tigran Khachatryan, per finire con il surreale video di una battaglia finta (real war game) tra l’esercito nazista e quello israeliano, dell’artista israeliano Amir Yatziv.

La finestra sulla realtà è il docufilm Ward 54 di Monica Maggioni presentato fuori concorso l’anno scorso al Festival del cinema di Venezia: un racconto dalle parole dei protagonisti del reparto dell’ ospedale militare di Washington Ward 54, dove gli ex-marine con disturbi psichici al rientro dalle missioni vengono curati.

Un omaggio speciale e doppio a Fabio Mauri e, attraverso di lui, a Pier Paolo Pasolini con la proiezione del video Intimità di Pasolini del 2005. Per l’occasione verrà presentato il terzo catalogo della trilogia (Maretti Editore) che insieme ai primi due racchiude l’esperienza espositiva de IL CAOS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>