Per Vuk Vidor la storia dell’arte contemporanea è una semplice lista

di Micol Di Veroli Commenta

arthistory vuk vidorL’artista franco-serbo Vuk Vidor è senza dubbio una delle figure più eccentriche e fantasiose del panorama dell’arte internazionale. Solitamente Vidor utilizza spesso un linguaggio pop colorato dove ogni dettaglio è parte di un racconto. Seppur caratterizzate da una certa dose di ironia dadaista le sue opere sono serie e profonde. Ultimamente però la nostra fantasia è stata colpita da un’opera di Vidor del 2004 che da poco è stata ristampata in edizione poster e limitata a 200 copie. Si tratta di Art History ed è buffo notare come l’artista riassuma, tramite una semplice lista, le figure chiave dell’arte internazionale. Leggendo tale lista infatti apprendiamo in un attimo gli attributi e le caratteristiche di un determinato artista, Joseph Beuys detiene il feltro, Andy Warhol il pop, Hermann Nitsch il sangue fino alle spassosissime affermazioni: Gilbert detiene George, Piero Manzoni detiene la merda e Marcel Duchamp detiene tutto.  Ovviamente la lista è ancora lunga e noi di Globartmag vi offriamo un’immagine dell’opera così che possiate ammirarla nella sue ironica interezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>