Quanto conta la Biennale di Venezia?

di Micol Di Veroli 1

birnbaum

 La Biennale di Venezia ha ancora importanza?

La piccante ed irriverente questione può aiutarci a comprendere il reale peso della manifestazione nell’immaginario collettivo degli addetti al settore del resto del mondo. A voler stringere il cerchio all’Italia rimangono solo sparuti sprazzi di manifestazioni dal respiro internazionale quindi per noi la Biennale è sempre un momento importante. Ma cosa ne pensano all’estero? Vediamo alcune risposte raccolte dell’artworld internazionale, apparse di quando in quando su magazines internazionali:

Matthew Slotover, co-direttore di Frieze Art Fair risponde: “Alla gente piace lamentarsi della Biennale. Troppe cose da vedere, artisti scelti a caso e troppo caldo in giro, insomma la lista delle lamentele è lunga ma allora perché continuare a riproporre la Biennale? Forse perché in questa globalizzazione dell’arte è fondamentale l’esistenza di manifestazioni che uniscano il mondo in un unico evento e Venezia è come un grande padre di tutti questi eventi. In più la cornice è spettacolare, chi potrebbe farne a meno?”

Christian Boros, collezionista berlinese dice: “Tutta la comunità internazionale dell’arte attende la Biennale. Questa manifestazione lascia sempre il segno sul mercato, anche un’edizione disastrosa ha un impatto non indifferente sulla carriera degli artisti e sulla loro quotazione. Personalmente sarò a Venezia, alla ricerca di opere che hanno ancora il potere di irritarmi”.

Javier Peres, artdealer di origini cubane ma attivo tra Berlino, New York e Los Angeles afferma che “Per me Venezia rimane la più importante delle Biennali, ma la mia sensazione potrebbe essere basata su fattori emozionali”.

Le serie di interviste è lunga ed ogni direttore di museo, gallerista o collezionista internazionale punterà certamente gli occhi sulla Biennale se non altro per visionare le opere di alcuni promettenti artisti, il problema è che nessuno di questi addetti al settore cita artisti italiani.

Commenti (1)

  1. Sono stato alla Biennale e devo dire che gli addetti ai lavori parlano una lingua loro, se volete con la Forma dei $$$$$$, altri invece, i piu’, si fanno influenzare da questi ultimi e dicono: bella la Biennale, se poi gli chiedi che cosa è bello nello specifico cominciano a guardare il cielo in cerca di ispirazione. La Biennale E’ un Caxxata pazzesca diciamolo chiaro, se il livello dell’arte contemporanea e’ questo siamo messi male! Installazioni del niente, sigarette nelle parti intime e’ arte? Io sono un alieno! C’è piu’ arte dentro la libreria altamarea. NON CI SONO PIU’ IDEE forse converrebbe fermarsi e riflettere oppure continuare ad esporre il nulla.
    Ultima critica il prezzo di ingresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>