Tacita Dean, Richard Prince e tante altre mostre in giro per il mondo

di Micol Di Veroli Commenta

Eccoci giunti al nostro consueto appuntamento con le mostre da non perdere in giro per il mondo. In questo torrido mese di ottobre, se siete ancora in vacanza o dovete ancora partire, non lasciatevi sfuggire questi gustosissimi appuntamenti:L’OCMA, Orange County Museum of Art di Los Angeles propone Two Schools Of Cool dal 9 ottobre 2011 al 22 gennaio 2012. La mostra presenta al pubblico le opere di 5 team di celebri artisti. I Team sono rispettivamente formati da un artista losangelino ed un nome affermato della scena internazionale. Tra le coppie spiccano quelle di John Baldessari e Shana Lutker, Allen Ruppersberg e Amanda Ross-Ho, Robert Williams e Ed Moses. Nella parte finale della mostra saranno presentate 5 installazioni create appositamente dai team creativi.

Se invece vi trovate a Londra non perdetevi Tacita Dean alla Turbine Hall del Tate Modern, in onda dall’11 ottobre 2011 al’11 marzo 2012. Per l’occasione l’artista ha deciso di installare un’immersiva e gigantesca installazione video, perfetta per le enormi sale dello spazio targato Unilever Series. A Bruxelles c’è invece Richard Prince con l’evento The Fug, ospitato dal 9 ottobre al 5 novembre dalla Galerie Almine Rech. Dopo le noie legali Prince ha deciso di rispolverare il suo corpus di opere risalenti alla Pictures Generation. Aspettatevi i suoi Marlboro men a cavallo. Alla Carolina Nitsch Project Room di New York c’è invece Rikrit Tiravanja fino al prossimo 22 ottobre. L’artista ha portato delle enormi pergamente serigrafate che hanno richiesto ben 3 anni di lavoro, vale la pena vederle.

Alla Rotonda di Via Besana (fino al 9 ottobre 2011) ed alla Fabbrica del Vapore (fino all’8 gennaio 2012) di Milano non perdetevi Anish Kapoor. Sul pavimento della Cattedrale della Fabbrica giace la gigantesca cornucopia Dirty Corner, installazione realizzata in acciaio cor-ten. Tantissimo da vedere anche alla Besana dove troverete persino My Red Homeland, opera facente parte delle recenti sperimentazioni con la cera del celebre artista. Intanto alla Fraenkel Gallery di San Francisco c’è Christian Marclay con i suoi cianotipi fino al prossimo 29 ottobre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>