Biennale di Venezia, Miquel Barcelò rappresenta la Spagna

di Redazione Commenta

Spread the love

Il mallorchino Miquel Barceló già vincitore dello Spanish National Visual  Arts Prize nel  1986 e dell’Asturias Arts Prize nel 2003, rappresenterà la Spagna alla 53esima Biennale Di Venezia nel giugno prossimo.

La mostra curata da Enrique Juncosa, direttore dell’IMMA – Irish Museum of Modern Art di Dublino, presenterà al pubblico i nuovi dipinti di grande formato prodotti dall’artista assieme ad altri lavori meno recenti  in una sorta di retrospettiva dal 2000 ad oggi. L’evento che avrà il semplice titolo di Miquel Barceló ruota attorno ai temi familiari dell’artista spagnolo come i primati, i paesaggi africani e la schiuma delle onde oceaniche. Barceló classe 1957 è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi pittori spagnoli viventi. La mostra presenterà inoltre una serie di opere dell’artista e scrittore francese François Augiéras (1925-1971) che consistono in una selezione di pitture di genere raffiguranti piccole scene africane.

Miquel Barceló ha raggiunto la fama internazionale grazie alla sua presenza alla São Paulo Biennal nel 1981 e a Documenta VII a Kassel nel 1982 nella quale è presentato da Rudi Fuich, imponendosi come artista rivelazione dell’arte contemporanea spagnola. I suoi lavori in mostra nei più famosi musei di tutto il mondo sono stati oggetto di una grande retrospettiva al Centre Pompidou di Parigi nel 1996. Nel 2004 Barceló è stato il primo pittore vivente ad esporre al Louvre con una serie di acquerelli dedicati dalla Divina Commedia di Dante Alighieri. La sua mostra più recente si è tenuta al CAC di Malaga dall’11 novembre al 15 febbraio 2009 con più di 82 opere incentrate sull’Africa. Anche in occasione di tale evento la curatela era stata affidata ad Enrique Juncosa che ha deciso di far nuovamente coppia con Miquel Barceló per la grande avventura veneziana.

Photo © : Miquel Barcelo. VEGAP, Madrid , 2009, Agusti Torres.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>