Dino Pedriali: l’arte di ritrarre arte

di Micol Di Veroli Commenta

La Galleria Bosi Artes di Roma, in collaborazione con il Festival Pontino del Cortometraggio di Latina, presenta “Dino Pedriali: l’arte di ritrarre arte”, a cura di Ilaria Caravaglio. Dal 27 Dicembre 2010 al 29 Gennaio 2011, pressso la sede di Via Pinciana 41, sarà in mostra una selezione di “scatti a regola d’arte” del fotografo che, apprezzato anche sulla scena internazionale, si è conquistato il titolo di Caravaggio della fotografia del Novecento.

Non a caso, nelle fotografie di Dino Pedriali, l’aspetto che riesce a suscitare forti emozioni nell’osservatore è indiscutibilmente la luce, poiché è proprio grazie all’uso sapiente del gioco chiaroscurale che si ha la sensazione di essere di fronte ad un dipinto e non ad una stampa fotografica. Una luce intensa e prepotente quando si tratta di nature morte, una luce che scava i corpi, invece, quando i soggetti protagonisti degli scatti sono i nudi sui quali il chiaroscuro è talmente netto e determinante da lasciar credere quasi che possa trattarsi di bianche sculture canoviane.

Ogni dettaglio, nelle opere di Pedriali, ha un’impostazione precisa, così come accadeva per i grandi maestri che, nel realizzare i dipinti, studiavano con minuzia ogni cosa, non lasciando nulla al caso e riservandosi l’uso di olio e pennelli solo per la parte finale di un lavoro ben più lungo e minuzioso. Con la stessa cura e la stessa attenzione Pedriali, prima di giungere al gesto finale, a quel “click” che dura una frazione di secondo, dedica tutto il suo tempo e la sua concentrazione ad un percorso che inizia con la scelta dei soggetti ed un accurato studio degli stessi, per poi passare all’aspetto compositivo della scena che deciderà di “bloccare” e “rendere immortale”, ed ancora la posizione dei soggetti nello spazio circostante, il colore, il fondo e, soprattutto, la luce; l’azione dello scatto fotografico non è quindi che il compimento di un processo ben più ampio, paragonabile al velo di vernice che, ultimo strato dei dipinti, veniva steso dai maestri come protezione per la pellicola pittorica.

Dino Pedriali, figlio della città eterna, ha esposto i suoi straordinari scatti in gallerie e musei di eccezionale importanza, da Venezia a Taormina, da Parigi a Berlino a Stoccarda; la Galleria Bosi Artes è orgogliosa di ospitare le sue opere, chiudendo in bellezza il 2010 con un artista di straordinario livello. Contemporaneamente all’esposizione in galleria, che sarà inaugurata il 27 Dicembre alle 18.00 alla presenza dell’artista, una mostra parallela, dedicata ai protagonisti del cinema, sarà ospitata a Latina, dal Festival Pontino del Cortometraggio, dal 28 Dicembre 2010 al 9 Gennaio 2011.

Immagine: Dino Pedriali, Autoritratto, stampa fotografica, 22x22cm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>