Gallery Girls, un reality show con le assistenti di galleria

di Micol Di Veroli 1

Ne avevamo sentito parlare da alcune voci di corridoio ma ora la notizia è stata confermata lo scorso 6 aprile da un comunicato stampa emesso dall’emittente televisiva Bravo Tv. Stiamo parlando di una nuova forma di reality show tristemente connesso al mondo dell’arte contemporanea. Il nuovo show di Bravo Tv prenderà il nome di Gallery Girls e sarà presto trasmesso negli Stati Uniti dalla celebre emittente via cavo.

Ma di cosa si tratta? Ebbene, Gallery Girls seguirà le vicende di 6 ragazze di circa venti anni e residenti a New York. Queste giovani lavorano come assistenti nelle gallerie più cool della grande mela. Giorno dopo giorno lo spettatore medio avrà quindi modo di osservare le difficoltà di queste ragazze, alle prese con i loro boss e con il sistema dell’arte che le vuole sempre iper-presenti e soprattutto in lotta fra di loro per scalare i vertici. Le ragazze saranno seguite passo passo nella loro vita lavorativa e sentimentale, sarà quindi possibile assistere ai loro party in discoteca o ai loro appuntamenti di lavoro o peggio ancora alle loro difficoltà nel coordinare una mostra in galleria. Questo nuovo programma di Bravo Tv giunge dopo il successo di Work of Art, altro reality show legato al mondo dell’arte trasmesso dall’emittente. Insomma ancora una volta la società dello spettacolo dell’arte contemporanea sferra un colpo decisivo volto a trasformare in un grande carrozzone l’intero mondo della creatività.

Del resto per molte teenagers l’arte contemporanea è una vera e propria moda del momento. Con il lavoro di assistente di galleria però c’è ben poco da scherzare poichè, almeno dalle nostre parti, questo impiego è spesso sottopagato ed estenuante se non un vero e proprio lavoro nero. Proponiamo quindi un bel reality show sulle Gallery Girls italiane senza contributi, senza previdenza sociale, senza ferie pagate, senza sindacati e senza possibilità di carriera. Altro che festini in discoteca e cene con lo star system dell’arte.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>