Piccoli Banksy (bulgari) crescono!

di Micol Di Veroli Commenta

Dopo la Libia anche la Bulgaria ha il suo piccolo Banksy. A dire il vero non possiamo parlare di “piccolo” emulo visto che questo artista sconosciuto (ma subito ribattezzato Banksy of Bulgaria) pensa già in grande. Lo street artist bulgaro ha pensato bene di compiere un azione memorabile la scorsa domenica a Sofia ed ha così agito su un monumento dedicato ai soldati sovietici. Nella raffigurazione monumentale l’armata rossa che avanza contro la Bulgaria alleata nazista nel 1944.

L’artista “mascherato” ha quindi trasformato i combattenti caduti per la patria in una pittoresca banda di supereroi affiancati da icone della cultura pop. Babbo Natale, il Joker, il pagliaccio di McDonald (Roland McDonald n.d.r.) e Capitan America sono solo alcuni dei coloratissimi personaggi creati da questo nuovo street artist che di fatto ha ridipinto i costumi sopra le statue.

Anche la bandiera sovietica è stata profanata, al suo posto infatti è stata dipinta una bella bandiera americana con su scritto il motto: “al passo con i tempi”. Inutile dire che questo coraggioso ed ironico affronto ha scatenato le ire sia delle istituzioni bulgare sia delle autorità russe, l’ambasciata russa ha infatti etichettato l’intero evento come “altamente oltraggioso, perpetrato con un esagerato cinismo”. Il monumento è stato prontamente ripulito ma il nostro street artist mascherato, una volta smascherato, potrebbe subire dure condanne penali. Per ora il mondo di Facebook ha già creato una fan page con oltre 2.000 iscritti, contrariati dalla  “pulitura” del monumento.

Ma questa dello street artist ignoto non è l’unica azione urbana di questa settimana. Nel resto del mondo infatti  anche altri artisti si sono messi all’opera per non sfigurare. In Francia infatti, in un edificio abbandonato nei sobborghi di Parigi, Papy & Milouz si sono resi responsabili di un bellissimo  murale che gioca sugli inganni percettivi per confondere ed ammaliare il pubblico, esperimento decisamente affascinante.

Nel Regno Unito ci giungono invece altre notizie da Phlegm, lo stacanovista della street art made in Britain. Il nostro eroe ha realizzato un gigantesco murale con i suoi personaggi incappucciati. Il murale è servito come scenografia per una scena di un nuovo film sugli zombie che uscirà il prossimo anno nei cinema internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>