Sandro Kopp e gli Skype Portraits

di Micol Di Veroli Commenta

Restando in tema internet e arte contemporanea, se fruire arte tramite la rete risulta un poco difficoltoso e deludente, creare arte mediante il web non è poi così male. Anzi, se si prende ad esempio la net-art, il new media e la digital art è facile rendersi conto delle pressoché infinite possibilità creative offerte dal World Wide Web e dai computers in genere.

Ne sa qualcosa Sandro Kopp, artista tedesco trapiantato in Nuova Zelanda che ha deciso di utilizzare i mezzi offerti dalla tecnologia digitale con un approccio decisamente analogico. Innanzitutto va detto che Kopp è un pittore che ha creato numerosi ritratti di celebrità ed in seconda istanza è lui stesso una piccola celebrità, visto che ha impersonato la parte di un elfo ne Il Signore degli Anelli parte III e quella di un centauro ne Le Cronache Di Narnia. Gossip a parte, Kopp è attualmente in mostra alla Lehmann Maupin Gallery di New York ed i ritratti che ha scelto di esporre sono accomunati da una caratteristica assai bizzarra. Da Michael Stipe (leader dei Rem) a Zang Huan (noto performance artist) passando per Kirsten Dunst (celebre star di Hollywood), tutti i soggetti ritratti sono stranamente avvolti da una desaturazione imperante e da un“disturbo” dell’immagine che rende tutto simile alla visione prodotta da una webcam. Ed infatti proprio di una webcam si tratta, visto che i vips ritratti da Kopp hanno “posato” per l’artista esclusivamente su Skype, comodamente da casa. A dire il vero una delle modelle, vale a dire l’efebica star di Hollywood Tilda Swinton, è stata ritratta nel bel mezzo di un pisolino notturno.

Alla Lehmann Maupin Gallery, Kopp ha portato anche una serie di video in cui i soggetti reali appaiono in primo piano, proprio di fronte alla webcam del loro home computer. Insomma il nostro simpatico Kopp non avrà di certo inventato il ritratto ma è stato il primo a pensare allo Skype Portrait.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>