Vandalismo ad arte

di Micol Di Veroli Commenta

Guernica modificata da Tony Shafrazi

Il vandalismo, si sa, riesce a dare il suo massimo quando si accosta all’arte contemporanea. Ma quali sono i più bizzarri atti di vandalismo artistico della storia? Beh, visto che questa domanda potrebbe tenervi svegli la notte, noi abbiamo stilato una top five di marachelle compiute ai danni delle opere d’arte più famose del globo.

La maledizione di Monna Lisa – La povera Gioconda di Leonardo, oltre a vantare numerosi tentativi di furto è stata più volte assalita da pazzi scatenati. Ricordiamo un incidente del 1956 quando un pazzo verso dell’acido contro il celebre dipinto. Nel 1974 invece una donna sulla sedia a rotelle tentò di fare i baffi alla Gioconda utilizzando dello spray rosso. L’ultimo incidente in ordine di tempo risale al 2009 quando una donna russa gettò una tazza di tè contro la teca che protegge il dipinto.

Carmen Tisch contro Still

 Shafrazi contro Picasso – Tony Shafrazi è ora un celebre gallerista, un vero e proprio talent scout della Street Art. Nel 1974 però, quando giocava a fare lo street artist, dipinse la scritta Kill Lies All sulla Guernica di Picasso in mostra temporanea al New York Museum of Modern Art.

Il terrorista dell’arte – nel 2004 i servizi segreti degli Stati Uniti entrarono in scena quando uno street artist creò un ritratto del presidente George W. Bush assetato di soldi sulle mura del Princeton Art Museum. Strano che l’FBI si sia scomodato per un semplice, murale.

Dipingere con il…posteriore – Lo scorso dicembre una squilibrata di nome Carmen Tisch si è avvicinata ad un dipinto di Clyfford Still conservato al Clyfford Styll Museum del Colorado. La donna ha successivamente graffiato la grande opera del celebre pittore, ma non è tutto. Colta da un raptus Carmen Tisch ha poggiato le sue gentili terga sul dipinto vi ha urinato sopra. Morale della favola, la pipì ha rovinato l’opera di Still che ha dovuto subire un restauro costato la bellezza di 10.000 dollari. Insomma, questo ci sembra il caso di vandalismo più strambo di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>