Venezia: Bruce Nauman al verde, Padiglione Nordico e Danese insieme si vince

di Micol Di Veroli Commenta

Ancora importanti novità dalla 53esima Biennale di Venezia che si preannuncia più appetitosa del solito. Dopo l’articolo di Globartmag sulla presenza di Bruce Nauman alla biennale, abbiamo appreso dal New York Times che il Philadelphia Museum of Art, a cui quest’anno è stato affidato il padiglione degli Stati Uniti, sarebbe a corto di fondi per coprire i costi dell’ambizioso progetto dell’artista. Sembrerebbe infatti che la scorsa settimana il museo abbia inviato ad un gruppo di collezionisti nazionali ed internazionali una lettera con richiesta di supporto al grande evento.

Gossip a parte, la notizia del giorno è l’unificazione del Padiglione Nordico con quello Danese. L’artista danese Michael Elmgreen e l’artista norvegese Ingar Dragset cureranno insieme il progetto The Collectors che si svolgerà all’interno dei due spazi dei differenti padiglioni. Sarà la prima volta che un singolo artista o un singolo gruppo artistico rappresenterà due padiglioni di due differenti nazioni alla Biennale.

Elmgreen e Dragset lavorano insieme dal 1995 e le loro opere sono apparse in musei, gallerie e spazi pubblici di tutto il mondo. In occasione del grande evento veneziano il duo artistico trasformerà i due padiglioni nazionali in spazi domestici che racconteranno i drammi di una famiglia alla maniera di Ingmar Bergman. All’interno di sale da pranzo e stanze da letto ed opere d’arte selezionate tra quelle dei più grandi artisti internazionali, avranno luogo le incredibili storie di abitanti dai caratteri ossessivi e dai diversi stili di vita. Il pubblico verrà guidato al tour degli ambienti casalinghi da un agente immobiliare che racconterà le storie dei drammi di famiglia degli abitanti della casa. Un esperimento che si riallaccia ai famosi drammi famigliari più volte riprodotti in pellicola dal maestro del cinema Ingmar Bergman, regista svedese recentemente scomparso.

Al progetto collaboreranno circa 24 artisti internazionali tra cui il nostro Maurizio Cattelan, tra gli altri nomi svettano quelli di  Hernan Bas, Tom of Finland, Terence Koh, Klara Lidén, Jonathan Monk, Nico Muhly, Henrik Olesen, e Wolfgang Tillmans.

Photo copyright: “The Collectors,” The Nordic Pavilion and the Danish Pavilion, 53rd Venice Biennale 2009, curated by Elmgreen & Dragset

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>