MiArt contro la crisi

di Micol Di Veroli 1

Si terrà dal 17 al 20 aprile 2009 con inaugurazione fissata per il 16 aprile la quattordicesima edizione di MiArt, fiera internazionale d’Arte moderna e contemporanea di Milano nei padiglioni cittadini di Fieramilanocity. Un’edizione particolarmente importante quella a cui sta lavorando il team organizzativo, nell’ambito di un momento in cui la crisi mostra ripercussioni anche nel mercato dell’arte.

“Per questo, in un momento in cui la crisi economica sta inducendo molti operatori a contrarre le spese – dichiara Paolo Galassi, presidente della  società che organizza MiArt – FMI (Fiera Milano International) ha deciso coraggiosamente di fare investimenti proprio sulla nostra fiera d’arte”.

In occasione dell’edizione 2009 la fiera presenta un gruppo di lavoro totalmente rivoluzionato con, nuovi curatori, nuovo comitato consultivo e  nuovo staff organizzativo. Novità anche per l’allestimento della fiera, per la prima volta in una fiera d’arte, infatti, una serie di artisti scelti dai curatori, tra quelli delle gallerie partecipanti, saranno chiamati a disegnare delle opere-contenitori, prodotte da MiArt, in luoghi cruciali e caratterizzanti della fiera: Ingresso, Video Lounge, Vip Lounge e Reception. In questo modo, essi si trasformeranno in architetture esteticamente funzionali e in opere d’arte di immediato godimento.

La fiera presenterà tre distinti settori, dalle avanguardie storiche a quello che di più innovativo offre, oggi, la scena artistica. Il settore Moderno è riservato alle gallerie che presentano opere ed artisti dal primo novecento agli anni ’60. Il settore Contemporaneo è dedicato agli espositori che espongono lavori degli ultimi decenni. Il settore Anteprima include le gallerie che presentano artisti emergenti under 35. La speciale sezione Art & Co. è dedicata a quegli espositori, sia dediti al settore storico sia a quello contemporaneo, che approfondiscono la linea di confine tra arte e design, limitata ai pezzi unici e rappresentata da grandi maestri.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>