David Hockney e il suo iPhone

di Micol Di Veroli Commenta

Nella sua lunghissima carriera artistica David Hockney ha abbracciato molte tecniche e sperimentazioni. Questa volta il famoso artista britannico ha deciso di usare il suo telefono cellulare per creare mini dipinti sfruttando la tecnologia touchscreen del suo iPhone.

Hockney ha acquistato il telefono solamente quattro mesi fa ed ha subito deciso di trasformarlo in una tela hi-tech che ha piazzato su di un microscopico cavalletto nel suo studio di Londra. L’artista che ha già dipinto una serie di paesaggi ed elementi floreali, ha recentemente dichiarato: “Comodamente disteso nel mio letto posso inviare ad i miei amici le opere che creo con l’iPhone, mi piace dipingere fiori e mandarli ai miei conoscenti, così possono avere sempre fiori freschi!”.

Hockney non è comunque il solo ad utilizzare le miriadi di applicazioni del piccolo gioiello della Apple. Centinaia di migliaia di persone creano ogni giorno piccole opere d’arte con l’ausilio del telefonino che può sostituire persino strumenti musicali come il flauto, basti pensare al fatto che Hockney stesso usa l’iPhone per suonare la tastiera e l’armonica.

David Hockney ha da sempre usato le nuove tecnologie nelle sue opere, nella sua carriera ha eseguito stampe con il Fax, ha creato collages con le fotografie Polaroid e nel 1985 ha utilizzato un programma per computer chiamato Quantel Paintbox per eseguire disegni a mano libera.

Certamente la notizia farà sorridere coloro che già usano l’iPhone per dipingere da diverso tempo ed è naturale che tale nuovo software alla fin fine è in grado di produrre arte solamente in maniera standard. E’ comunque degno di nota il fatto che Hockney alla ragguardevole età di 71 anni è ancora interessato alle nuove forme di comunicazione, cercando di utilizzarle per allargare i suoi orizzonti artistici e sperimentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>