Tentata estorsione alla Sotheby’s italiana

di Redazione Commenta

Spread the love

Incredibile ma vero, la casa d’aste internazionale Sotheby’s è stata vittima di una tentata estorsione di 800.000 euro. La causa? Una scultura di Marino Marini recentemente venduta in un’asta a 780.000 sterline era secondo il ricattatore falsa e quindi voleva l’ingente cifra per non rendere pubblica la notizia.

Ma andiamo per gradi e Globartmag vi racconta la vicenda passo dopo passo. In tre mesi i militari hanno individuato, e denunciato, un imprenditore milanese abilissimo nel muoversi in rete senza lasciar traccia. L’imprenditore insieme a un socio investiva in vari «prodotti»: azioni, metalli preziosi, valuta, ma anche, non ultimo, in arte. In questo modo si era fatto una certa conoscenza di quel mondo e quando il suo socio, abile collezionista, ha messo in vendita il Piccolo Cavaliere di Marino Marini ha pensato di fare il colpo gobbo.Verso inizi marzo il dirigente italiano della Sotheby’s Filippo Lotti riceve la prima mail minatoria con la richiesta di 800.000 euro. «Ho fatto alcuni accertamenti – ha raccontato – ma la Fondazione Marini a Pistoia ha confermato la paternità dell’opera e i documenti per la vendita all’estero erano in regola, quindi l’ho presa in ridere».

Ma il terzo tentativo allarma la Sotheby’s, perché le missive sono inviate ai responsabili delle sedi americane e inglesi, i cui nomi sono assolutamente sconosciuti ai più. Lotti si è quindi rivolto ai carabinieri diretti dal capitano Andrea Ilari che, dopo tre mesi, individuano il ricattatore nonostante un sofisticato sistema di coperture per non farsi tracciare in rete. Quando i carabinieri gli hanno suonato alla porta ha confessato subito: «Avevo bisogno di soldi».
«Non abbiamo preso questa minaccia tanto sotto gamba – ha poi precisato Wanda Rotelli, responsabile della comunicazione di Sotheby’s – perché il nostro uomo ha dimostrato di conoscere molto bene il mondo dell’arte, anzi dei mercanti d’arte. Sono pochi e non è così difficile influenzarli o quanto meno metterli in allarme. E già il semplice dubbio avrebbe creato qualche problema alla Casa».

Photo: Piccolo Cavaliere di Marino Marini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>