Al Magazzino d’Arte Moderna la mostra di Jan Fabre

di Redazione Commenta

Spread the love

MAM – Magazzino d’Arte Moderna di Roma oggi inaugura La Metmorfosi d’Artista, seconda mostra personale di Jan Fabre in galleria. Fabre presenterà in questa occasione nuovi lavori video, sculture, fotografie e disegni nati dal suo profondo e duraturo interesse per il corpo, ed in relazione con la sua performance del 2008 al Louvre intitolata Art kept me out of jail/Hommage to Jacques Mesrine.

Mesrine, il famigerato criminale francese, era conosciuto sia per le sue incredibili fughe che per i suoi crimini. Nel film Art kept me out of jail, Fabre sfugge tra i calchi del museo con le parvenze di Mesrine come se attraversasse il Louvre furtivamente, lottando per essere libero “dalla più grande prigione di Francia”. Attraverso la figura di Mesrine, Fabre analizza la metamorfosi dell’identità – una qualità umana – e la possibilità di riacquistare la libertà una volta che si è persa l’identità.Dai tempi in cui furono presentate per la prima volta le sue “azioni” provocatorie e le sue “performance private” negli anni ’70, Jan Fabre ha creato una straordinaria, transdisciplinare serie di lavori in cui la
condizione umana occupa un posto centrale. Il lavoro dell’artista è sorprendentemente viscerale, utilizza qualsiasi materiale a sua disposizione: cera, sangue, argilla, penne bic, corazze di scarafaggio, parole scritte, installazioni, la scenografia e il corpo stesso dell’artista per dar vita a nuovi modelli di percezione.

Artista, scultore, scrittore e drammaturgo, Fabre ha presentato il suo lavoro alla Biennale di Venezia, Istanbul e Sao Paulo, e a Documenta; importanti sono state le sue personali al Louvre, alla Kunsthaus Bregenz, al Museo Stedelijk di Amstredam, alla Kunsthalle di Basilea, al Museo MUHKA di Antwerp e al Schirn Kunsthalle di Francoforte tra le altre.
La nota compagnia teatrale di Fabre, Troubleyn, ha esordito nel 1986, e si esibisce nei teatri più importanti del mondo.

In concomitanza con la mostra si inaugura presso il Museo Carlo Bilotti di Roma Museo Carlo Bilotti di Roma la mostra Jan Fabre. Le temps emprunté, dal 27 ottobre 2009 al 31 gennaio 2010, e i nuovi lavori di Fabre per il teatro verranno presentati all’interno del RomaEuropa Festival il 4 e 5 novembre al Teatro Olimpico in una performance intitolata Orgy of Tolerance.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>