Chi l’ha visto? ritrova un Rembrandt e vinci 5 milioni di dollari

di Redazione Commenta

Di furti d’arte ne abbiamo parlato e sicuramente ne parleremo ancora poichè il numero delle opere trafugate è in netta ascesa e supera di gran lunga quello dei capolavori ritrovati. Questa volta vorremmo parlarvi di un fatto accaduto nel lontano 1990 che rappresenta sicuramente un valido esempio di furto insolito e ben riuscito. Circa dieci anni fa, esattamente il 18 marzo del 1990,  due persone bussarono alla porta dell’Isabella Stewart Gardner Museum di Boston nel Massachusetts. Gli uomini indossavano un’uniforme delle forze di polizia cittadine e così nessuno si stupì troppo di quell’insolita visita dopo la mezzanotte.

Riuscitisi ad introdurre all’interno degli spazi espositivi i due finti poliziotti ammanettarono le guardie notturne e si impossessarono di ben 13 opere valutate all’epoca circa 500 milioni di dollari. Il bottino comprendeva  Concerto a tre, uno dei 35 dipinti conosciuti di Johannes Vermeer e tre dipinti di Rembrandt Van Rijn tra cui la sua unica marina intitolata Cristo nella tempesta sul mare di Galilea, un olio su tela del 1633 oltre che una piccola stampa raffigurante un autoritratto del grande pittore. I ladri riuscirono inoltre ad impossessarsi di una serie di disegni di Edgar Degas un dipinto di Édouard Manet ed uno di Govaert Flinck. Il furto è ad oggi considerato uno dei più grandi della storia ed è ancora irrisolto. Oggi quindi a distanza di molto tempo L’Fbi, federal bureau of investigations ha deciso di rinnovare la sfida ed ha annunciato una ricompensa di 5 milioni di dollari per il ritrovamento delle opere ed ha lanciato una campagna pubblicitaria con enormi cartelloni appesi sulle autostrade.

I cartelloni recano il già citato dipinto di Rembrandt corredato dal numero telefonico dell’ufficio dell’Fbi che si sta occupando del furto. Il tutto è corredato da un simpatico slogan: Get Rich! (diventa ricco). “E’ solamente un modo come un altro per far arrivare il messaggio al pubblico” ha dichiarato Gail Marcinkiewicz, portavoce del Federa Bureau. Insomma chi ha visto Rembrandt? se avete qualche informazione non esitate a chiamare il 617/742-5533, potreste diventare ricchi e fare un favore all’umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>