Marc Jacobs lascia Louis Vuitton? intanto Milano lo celebra

di Micol Di Veroli Commenta

Si apre proprio oggi alla Triennale di Milano Louis Vuitton: The Art of Fashion, evento curato da Katie Grand e dedicato al talento di Marc Jacobs, emblematico fashion designer che ha curato le collezioni del celebre brand dall’Autunno-Inverno 1998-1999 fino a giungere all’Autunno-Inverno 2011-2012. In visione più di 70 collezioni ready-to-wear che in sostanza hanno decretato la grande ascesa in campo internazionale di Louis Vuitton.

La griffe francese, fondata a Parigi nel lontano 1854, deve molto a Jacobs, quest’ultimo ha saputo rilanciarla grazie ad una costante ricerca di eccellenza ed artigianalità e a contaminazioni con i grandi protagonisti dell’arte contemporanea.  Per la collezione Primavera – Estate del 2003 fu infatti il re del pop Takashi Murakami ad aggiungere un tocco di ironia e colore ad una serie di borse ed accessori intitolata Cosmic Blossom ed impreziosita dagli ormai noti fiorellini sorridenti partoriti dalla scoppiettante mente dell’artista giapponese.

Per la Primavera – Estate del 2008 toccò invece al più grande esponente della Pictures Generation, il controverso Richard Prince. Per l’occasione Prince creò Big City After Dark una serie di borse caratterizzata della sua inimitabile estetica. La presentazione della collezione fu impreziosita dalla presenza di modelle abbigliate come le ormai celebri infermiere create da Prince.

Anche il compianto Stephen Sprouse fu chiamato nel 2001 da Jacobs per rinfrescare il look della collezione Primavera – Estate di quell’anno.  Nel corso di  The Art of Fashion è possibile ammirare queste e molte altre collezioni in quella che a tutti è apparsa come una grande festa d’addio al celebre designer. Da molto tempo infatti circolano numerose voci sull’ormai imminente dipartita di Jacobs. Già dalll’inizio di quest’anno è iniziato il giro di scommesse sul nuovo incarico di Jacobs. Tra le possibili destinazioni c’è Christian Dior, l’ennesima sfida creativa al comando di un brand ultra-noto. Noi nel frattempo possiamo goderci una nutrita sfilza di incredibili creazioni ospitate da La Triennale fino al prossimo 9 ottobre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>