Nan Goldin si spersonalizza per Jimmy Choo

di Redazione Commenta

Spread the love

Alcuni giorni fa avevamo parlato delle varie contaminazioni tra arte contemporanea, design e alta moda elencando alcuni progetti di prossima uscita in cui sono coinvolti grandi nomi della scena internazionale. Tra le prime realizzazioni della grande infornata ecco quindi che arriva il prodotto della stravagante collaborazione Nan Goldin e Jimmy Choo. Se il nome di quest’ultimo non vi suona familiare, possiamo dirvi che Jimmy Choo Yeang Keat (questo il suo vero nome) è un stilista di grido nato in Malaysia nel 1961 e successivamente trapiantato a Londra.

In realtà Choo è celebre in tutto il globo per le sue meravigliose scarpe, capaci di mandare in visibilio qualsiasi esponente del sesso femminile. Come stavamo appunto dicendo Choo e Goldin hanno deciso di collaborare assieme, la fotografa ha prodotto alcuni scatti per la campagna pubblicitaria della linea di scarpe Capsule Icons. Vogue Italia, in un articolo firmato da Marta Casadei, commenta così l’inattesa joint venture: “Scattate in un’atmosfera mistica ed eterea, le foto esprimono per immagini il dna della collezione in modo sofisticato e nuovo: la modella, nel cuore della foresta, con la sua posa vittoriosa esprime sensualità e potenza. Accanto a lei, un pavone imbalsamato che ricorda i dècor di piume dei modelli Jimmy Choo e celebra la bellezza: effimera e allo stesso tempo eterna, una volta immortalata in uno scatto”. Forse le immagini di Nan Goldin esprimo dna di Jimmy Choo ma di fatto rappresentano una brusca inversione della sua visione creativa. Pavoni, colori da fotografo fashion victim, modelle con sguardi languidi e pose studiate.

Componenti che unite assieme rappresentano tutto ciò contro il quale la Goldin si è sempre schierata. Lo stile della celebre fotografa è solitamente spontaneo, con tanto di errori e sbavature che lo rendono unico. Qui ci troviamo davanti ad un compitino ben fatto, simile a quello di tanti altri fotografi di moda. Ma che combini, Nan?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>