Facts of 2012 – parte I

di Redazione Commenta

Spread the love

 

Continuiamo con le nostre simpatiche liste di fine anno per ricordare ciò che ci ha più colpito o disgustato durante questo 2012 d’arte contemporanea:

Migliore Mostra – The Modern Eye, vale a dire la meravigliosa mostra di Edvard Munch al Tate Modern di Londra, non solo abbiamo ammirato le grandezze del Munch Pittore ma anche quelle del Munch fotografo e regista. Mostra organizzata alla grande e opere maggiori in visione.

Peggiore Mostra – Difficile scegliere, visto che di mostre orribili ne abbiamo viste parecchie. Tra le tante però, quella che più ci ha fatto ribrezzo è The Jefferson R. Burdick Collection of Baseball Cards, una mostra organizzata dal MET, Metropolitan Museum di New York, sulle figurine da Baseball.

Mostra Più noiosa – Ormai è una consuetudine, il Turner Prize è uno degli eventi più boriosi e spocchiosi dell’anno. Questa volta ha vinto Elizabeth Price con un’opera video da sbadigli.

Artista Più Amato – E’ L’anno di Joseph Beuys, in rete rimbalzano le sue foto e le sue frasi, tutti amano le sue opere e la sua filosofia. Noi ci accodiamo alle celebrazioni per un grande uomo del secolo scorso che rimarrà per sempre nella storia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>