Il Moma di New York si apre ai video musicali

di Micol Di Veroli Commenta

I video musicali sono giunti ad un punto di stallo completo nella loro evoluzione. Grazie (o forse a causa) di internet ognuno può guardare qualsiasi video in qualunque momento della giornata. Ben lontani sono i tempi in cui le band musicali trasmettevano i loro clips all’interno di canali musicali dedicati come MTV. Ai giorni nostri le emittenti televisive che trasmettono video musicali non riescono più a raggiungere le audiences di un tempo. Per questo i video hanno subito un radicale cambiamento che li ha portati sempre più a fluttuare dall’etere sino a raggiungere il dorato mondo dell’arte. Il MOMA di New York ha inaugurato il 24 marzo il MOMA’S Poprally event, un evento che prevede collaborazioni tra artisti e musicisti in una serie di performances e proiezioni.

Quindi tra opere d’arte di  maestri quali Cézanne, Van Gogh e Picasso, la scorsa serata le persone accorse all’evento hanno potuto ammirare il video di una band musicale di musica indipendente di Brooklyn. Si tratta del duo rock Department of Ealges formato da Fred Nicolaus e Daniel Rossen che hanno presentato il video No one does it like you diretto da Patrick Daughters e Marcel Dzama con costumi e set carichi di potenza immaginifica disegnati dallo stesso Dzama. Il MOMA non è nuovo alla fusione tra musica ed arte, già nel 2008 sempre in occasione di un evento Poprally, aveva proposto un mini concerto dei Sigur Rós, la band islandese dallo stile post-rock minimalista e sinfonico che ha collaborato con l’artista Clare Langan per un video recentemente esposto alla collettiva Sounds and Visions, Art Film and Video from Europe al Tel Aviv Museum in Israele, evento curato da Angelo Gioè e Maria Rosa Sossai. Sempre più sottile quindi il confine tra video musicale e video arte.

Photo copyright di Department of Eagles, Patrick Daughters e Marcel Dzama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>