Simon Faithfull e gli incidenti dell’arte

di Micol Di Veroli Commenta

Il famoso artista Simon Faithfull ha recentemente creato un libro catalogando tutti i suoi incidenti ed infortuni chiamato Accident Book. UCLH Arts ha commissionato tale stravagante pubblicazione che rappresenta una vera e propria cronaca dettagliata attraverso testi e disegni. Cosa ancor più stravagante è rappresentata dal fatto che il 5 giugno prossimo 100 copie del libro saranno abbandonate tra le riviste delle sale d’aspetto di 7 reparti di pronto soccorso di altrettanti ospedali di Londra e Cambridge.

All’interno di ogni libro saranno presenti alcune istruzioni che incoraggeranno il fortuito lettore a portare a casa il libro ed a registrare la copia sul sito internet del progetto attraverso un codice unico presente su ogni retro copertina. Quest’opera d’arte sarà così a disposizione di persone che hanno realmente subito un incidente e non solo ed esclusivamente ai collezionisti d’arte.

L’idea che si nasconde dietro il bizzarro lavoro di Simon Faithfull parte dalla curiosità che generalmente assale le persone che affollano le sale d’aspetto di un pronto soccorso riguardo le cause dell’incidente subito da un proprio simile. Il libro in questione quindi oltre ad essere un’opera d’arte a tutti gli effetti riesce a soddisfare questa curiosità morbosa poiché le persone in attesa potranno apprendere cause ed effetti degli infortuni dell’artista. Ovviamente l’idea di Faithfull che attraverso l’esperienza dei suoi numerosi incidenti ha visitato molte sale d’aspetto, è quella di rendere più umano il meccanismo del pronto soccorso che tende a ridurre ul paziente come un oggetto alienato sulla catena di montaggio della salute.

Accident Book è il seguito ideale di Lost, opera di Simon Faithfull del 2006. Per l’occasione l’artista, presente alla Biennale di Venezia del 2007, aveva redatto un inventario di oggetti persi durante il corso della sua esistenza ed aveva deliberatamente sperso 5oo copie del libro che sicuramente saranno ancora in giro per il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>