Fernanda Veron e le sale di Los

di Redazione Commenta

Spread the love

Giovedì 25 giugno 2009, dalle ore 19:00, la galleria Dora Diamanti arte contemporanea di Roma inaugura Le sale di Los, mostra personale di Fernanda Veron a cura di Micol Di Veroli.

Fernanda Veron presenta al pubblico una nuova serie di opere che allontanandosi dalle consuetudini visive della fotografia contemporanea raffigurano un universo interiore costituito da immagini della memoria. Il cervello diviene così uno sconfinato banco ottico attraverso il quale ogni percezione visiva si ricostituisce e si riassembla creando nuove formule oniriche, nuovi fotogrammi fantastici.

Fernanda Veron per comporre le sue enigmatiche immagini mnemoniche parte dai principi della scolastica secondo i quali la mente umana sarebbe regolata da tre cavità cerebrali cooperanti. Queste sono le sale di Los, ambienti infiniti in cui si trovano le luminose riproduzioni di tutte le cose passate sulla terra.

Il corpus della mostra è composto da una sequenza di autoscatti dove una massa di nubi in movimento si pone in costante dialogo ed interazione con la fisicità e la natura emozionale del soggetto principale. Un gioco innocente e lieve con il mondo delle nuvole come suprema metafora delle potenzialità della mente umana. Le immagini segnate da molteplici interventi sembrano provenire da un momento fermo nel tempo dove l’essere umano entra in contatto con la propria interiorità.

Assieme a queste imago mentis Fernanda Veron presenta nel livello inferiore della galleria un’opera video che associa l’immagine al pensiero scritto. Una specie di diario frammento e fragile, assorbito dalla poesia di una memoria immersa nel fiabesco che genera cristalli di quotidianità fantastica.

Fernanda Veron in contemporanea alla mostra Le sale di Los alla galleria Dora Diamanti è inoltre stata invitata a partecipare all’edizione 2009 del FotoGrafia Festival di Roma nella mostra La Gioia che si terrà al Palazzo delle Esposizioni fino al 2 agosto.

GlobArtMag vi propone l’invito video della mostra..buona visione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>