Le apparizioni di Cerith Wyn Evans e Throbbing Gristle

di Redazione Commenta

Spread the love

Esasperati ed esasperanti, trasgressivi fino al midollo, i Throbbing Gristle sono stati una band di musica sperimentale ed un gruppo artistico inimitabile, capace di esplorare senza confini tematiche come la morte, il fascismo, la mutilazione ed il degrado fondendole con suoni cacofonici e metallici, loop e antimelodie estremiste che hanno portato il confronto artistico a livellli altissimi.

Formatisi nell’autunno del 1975 a Londra per volere del leader, il signor Genesis P-Orridge (oggi signora) e di Chris Carter, Cosey Fanni Tutti e Peter Christopherson, i Throbbing Gristle salirono presto agli onori della cronaca per le loro controverse esibizioni dal vivo, durante le quali facevano ampio uso di immagini disturbanti, tra cui fotografie pornografiche e altre che raffiguravano campi di concentramento nazisti con l’obiettivo di indagare i lati più oscuri e deviati dell’animo umano. Dopo lo scioglimento nel 1981 i componenti del gruppo hanno proseguito le loro carriere nella musica e nell’arte contemporanea riunendosi definitivamente circa 5 anni fa. Oggi lo spazio espositivo per le arti visive Tramway di Glasgow ha deciso di ospitare dal 7 agosto al 27 settembre un evento di arte contemporanea denominato A=P=P=A=R=I=T=I=O=N, manifestazione che segna la collaborazione tra il famoso artista Cerith Wyn Evans ed i Throbbing Gristle.

L’installazione è stata esposta per la prima volta alla terza triennale di Yokohama nel 2008 e consta di una struttura con specchi mobili appesi a dei filamenti, gli specchi ruotando su se stessi producono immagini in movimento proprio come nelle prime esperienze filmiche dello scorso millennio. La struttura è completata da un’installazione sonora composta dai Throbbing Gristle che danza fra gli specchi in una sorta di nube polifonica generata dalla manipolazione di strumenti e di voci. La ripetizione circolare e casuale dei suoni ed il roteare degli specchi genera un movimento omogeneo in grado di disorientare lo spettatore all’insegna di un esperienza unica.

Cerith Wyn Evans ha iniziato la sua carriera collaborando con il filmaker sperimentale Derek Jarman, successivamente ha esposto in prestigiose manifestazioni come La Biennale di Venezia (1995, 2003 e 2009), al Frankfurter Kunstverein (2004), al Kunsthaus Graz (2005) ed al Musée d’art moderne de la ville de Paris a Parigi (2006),

Photo copyright: Cerith Wyn Evans,Throbbing Gristle. Courtesy White Cube Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>