Talent Prize 2009, la mostra dei finalisti alla Centrale Montemartini

di Redazione Commenta

Spread the love

Giovedì 29 ottobre al Museo Centrale Montemartini di Roma, verrà inaugurata la mostra Talent Prize 2009, a cura di Nicoletta Zanella.

Il premio Talent Prize 2009 per artisti emergenti è stato ideato e organizzato dalla Guido Talarico Editore con il sostegno della Fondazione Roma, patrocinato dal comune di Roma, sovrintendenza ai Beni culturali, con Musei in comune e Zètema. Gli oltre 900 artisti che hanno partecipato a questa seconda edizione del Talent Prize hanno confermato quanto sia importante e necessario uno strumento di visibilità come questo per far emergere sempre più l’eccellenza della giovane arte italiana.In occasione della mostra verranno esposti i lavori dei dieci finalisti: David Casini, vincitore del concorso a cui è andato il premio di 10mila euro; Chiara Albertoni, Elisabetta Alazakri, Francesco Carone, Alessandro Dandini de Sylva, Andrea Galvani, Goldi e Chiari, Claudia Losi, Alessandro Piangiamore e Simone Tosca.

David Casini, trentaseienne di Montevarchi (Arezzo), presenta l’opera dal titolo Genera, parte di una serie di particolari sculture realizzate utilizzando materiali di origine minerale (quarzi, pietre) e marina (coralli, fossili). Goldi e Chiari, con il lavoro composto da foto e video dal titolo Dump Queen #6, celebrano la seduzione di merci che si tramutano da oggetti del desiderio in materiali di scarto; nella ripetuta serie di Elisabetta Alazakri (Untitled) l’identità aspira al raggiungimento di una forma cristallina di identificazione; Chiara Albertoni attraverso il suo lavoro La fanciulla senza mani, tocca il tema della perdita e della ri-nascita; Francesco Carone ironizza sul Nocciolo della questione; Alessandro Dandini de Sylva espone la foto della serie Lumen, ed è ancora la luce protagonista nella foto di Andrea Galvani (N-1#1). Giocano sul confine del fraintendimento naturale-innaturale Claudia Losi (Balena Project) e Alessandro Piangiamore (Dammahum). Infine Tutto, opera di Simone Tosca, conclude con il suo “strappo” di pura pittura.

Ai finalisti del Talent Prize 2009 è stata inoltre riservata l’importante possibilità di prendere parte al Billboard Project, l’iniziativa volta a portare capillarmente sul territorio nazionale la nuova arte contemporanea attraverso l’uso dei grandi spazi pubblicitari (Billboard) voluti dalle amministrazioni comunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>