Asta tiepida per Simon de Pury

di Redazione Commenta

Mentre le aste serali di Christie’s e Sotheby’s hanno ultimamente registrato cifre multi-milionarie a Phillips de Pury è andata un poco peggio. Lo scorso 12 novembre la celebre casa d’aste ha presentato una piccola selezione di arte contemporanea curata da Simon de Pury in persona. Purtroppo l’intero lotto di opere che aveva una stima totale tra i 6 milioni di dollari e gli 8 milioni di dollari ha totalizzato un modesto ( si fa per dire ) bottino di 7 milioni. L’opera Ice Bucket di Jeff Koons del 1986 è andata ampiamente sotto la sua stima, totalizzando 230.000 dollari. Un poco meglio ha fatto l’opera Untitled del 2006 di Guyton/Walker che è riuscita a raggiungere 74.500 dollari contro i 30.000 di stima massima.

All’asta era presente anche Polaroid Wall, installazione dello street artist Dash Snow, prematuramente scomparso poco tempo fa. L’opera consta di 20 fotografie c-print che documentano momenti di sesso, droga e violenza, temi ricorrenti nella produzione dell’artista. Le fotografie sono in realtà degli ingrandimenti di alcune delle migliaia di Polaroid che Dash Snow ha scattato in maniera quasi compulsiva per tutta la durata della sua breve vita. L’opera è riuscita a raggiungere i 40.000 dollari raggiungendo in pieno la stima di partenza, si trattava inoltre della prima vendita all’asta dopo la morte dell’artista. Marion Maneker di Art Market Monitor ha così commentato la vicenda: “Si è trattato di una grande prova di continuità della potenza creativa dell’opera di Dash Snow”.All’asta era presente anche un’opera di Richard Prince titolata semplicemente Untitled. Mentre da Sotheby’s l’opera Prince’s Doctor’s Nurse è stata venduta ad Alberto Mugrabi per 1.706.500 dollari, l’opera presente in asta da Phillips ha raggiunto solamente la cifra di 320.000 dollari ed è rimasta quindi invenduta.

L’opera di Prince non è comunque l’unica invenduta, di 40 lotti 9 non sono riusciti a trovare il favore dei pochi compratori presenti all’asta. All’asta era presente anche una Brillo Box originale di Andy Warhol che è stata contesa tra due soli compratori al telefono ed alla fine ha raggiunto a stento gli 800.000 dollari di stima. L’asta ha comunque piazzato alcuni buoni colpi, Ed Ruscha ad esempio con il suo Mean As Hell ha ampiamente superato la cifra di stima ed anche Yayoi Kusama con Infinity Nets ha totalizzato 842.500 dollari contro i 400.000 di stima massima. Staremo a vedere l’andamento delle prossime aste.

Photo Copyright: Dash Snow

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>