Biesenbach e Lady Gaga beccati al Moma

di Redazione Commenta

Spread the love

La buffa telenovela di Lady Gaga e l’arte contemporanea sembra non aver mai fine e se avete perso qualche puntata vi facciamo il riepilogo di quelle precedenti. Prima Lady Gaga ha collaborato in una grande performance con Francesco Vezzoli al Moca di Los Angeles. Poi il celebre cantante e artista visivo David Byrne ha scritto un post sul suo blog dove asseriva di aver incontrato Klaus Biesenbach, direttore del P.S.1 ad un party. Biesenbach avrebbe detto a Byrne che “Lady Gaga non è un’artista ma una semplice cantante”.

Ovviamente dopo aver letto il post, Biesenbach è andato su tutte le furie ed ha costretto Byrne a correggerlo, scusandosi per l’infondatezza delle sue affermazioni. Ora alcuni blogger statunitensi hanno beccato Biesenbach e Lady Gaga insieme, mentre effettuavano quello che potremmo definire un tour del Moma di New York. Inoltre assieme alla strana coppia c’era anche il poliedrico artista Terence Koh. Lady Gaga ha tgenuto fede al suo carattere di cantante estrosa e si è presentata al fugace happening con tanto di mascherina simil-veneziana che fa tanto Eyes Wide Shut. Insomma sembrerebbe che la giovane cantante sia destinata a ripetere l’escalation di successo che Madonna ebbe tra la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90 (tanto si sa che ormai vanno di moda gli anni ’80).

Il vero problema è che non abbiamo ben capito perchè la scena dell’arte contemporanea americana stia corteggiando in maniera plateale Lady Gaga e sinceramente siamo certi che prima o poi Biesenbach (che sembra essersi innamorato della bionda peperina) riuscirà ad organizzare una mostra tutta dedicata alla cantante. Rimaniamo quindi in attesa di poter vedere un’altra puntata della nuova serie Lady Gaga e l’arte contemporanea, sperando di non affondare in un grande e variopinto mare di banalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>