Rubate due opere di Banksy

di Redazione Commenta

Spread the love

Torniamo ancora una volta a parlare del nostro beniamino Banksy e non diteci che vi abbiamo importunato abbastanza con le avventure del celebre street artist. Dopo aver subito numerose “cancellature” delle sue opere causate da altri colleghi e dalle amministrazioni cittadine desiderose di ripulire il tessuto urbano, il nostro ha finalmente provato un poco di sollievo dopo che a Manchester alcuni operatori ecologici hanno scoperto un suo vecchio murale su di un muro di mattoni che era stato coperto da un’altra opera.

Oggi però il nostro è ripiombato nello sconforto più nero a causa di un fatto sconcertante accaduto alla Art Republic, una galleria sita in New Compton Street a Londra. Un uomo ed una donna si sono infatti introdotti nottetempo all’interno della galleria ed in men che non si dica hanno trafugato due stampe limited edition prodotte dal celebre street artist.  L’intera scena è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso, presenti in gran numero per le strade della capitale britannica. Secondo alcuni portavoce della galleria il bottino ammonterebbe a circa 16.000 sterline. Le telecamere hanno filmato l’uomo in procinto di rompere un vetro ed introdursi nella galleria, subito dopo il lestofante è uscito con in mano le stampe mentre la donna è rimasta per tutto il tempo al di fuori dello spazio, presumibilmente svolgendo il classico compito del “palo”.

I due si sono poi velocemente allontanati a piedi.  La prima stampa rubata si intitola Happy Choppers ed era in vendita a 8.750 sterline, l’opera raffigura degli elicotteri militari, alcuni adornati di rosa. La seconda stampa è intitolata Nola (Grey Rain) e raffigura una giovane ragazza che si ripara dalla pioggia scrosciante sotto un ombrello, la stampa vale circa 7.700 sterline. Questo non è certo il primo furto di un’opera di Banksy: nel 2007 10 stampe per un valore complessivo di 10.000 sterline furono rubate a Brighton, cosa strana in un’altra sede della galleria Art Republic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>