Tracey Emin docente alla Royal Academy, si accendono le polemiche

di Micol Di Veroli Commenta

Era da un bel pezzo che non si sentiva parlare di Tracey Emin ma noi eravamo certi che la peperina della Young British Artists generation stava preparando qualcosa di mefistofelico, come al suo solito. Recentemente vi avevamo narrato della protesta sollevata dai Chapman Brothers che avevano duramente criticato la nostra peperina.

Nocciolo della questione erano i presunti rapporti di amicizia tra l’artista e le istituzioni inglesi, culminate con l’installazione di un’opera neon proprio all’interno del fatidico numero 10 di Downing Street. Evidentemente i fratelloni Chapman non avevano poi tutti i torti, qualche relazione privilegiata tra Tracey Emin ed i vertici del governo inglese deve pur esserci. Ebbene, dopo aver creato un poster alquanto discutibile per le prossime olimpiadi di Londra 2012, la peperina Tracey ha ricevuto l’ennesimo incarico istituzionale.

L’artista é stata infatti premiata con una cattedra di disegno alla prestigiosa Royal Academy di Londra. “Sono veramente contenta di poter tornare all’insegnamento dopo tutti questi anni. Finalmente potrò fare qualcosa di costruttivo per le accademie reali” ha dichiarato l’artista ai microfoni di Artinfo.

La nomina di Tracey Emin é stata approvata la scorsa settimana durante l’assemblea generale dei vertici dell’accademia. Tuttavia questa nomina non ha di certo mancato di sollevare un nugolo di polemiche. Molti critici e giornalisti hanno infatti spostato l’accento sulla produzione creativa dell’artista, celebre per le sue installazioni ma con un tratto segnico decisamente poco adatto per la linea didattica inglese. Di certo queste potrebbero essere le solite critiche dei soliti bacchettoni, sono in molti infatti ad aver paura dei disegni per cosí dire osé, solitamente creati dall’artista. Noi invece siamo certi che questa nomina servirá a svecchiare l’insegnamento di una pratica a dir poco fondamentale.