Workshop di fotografia con Silvia Camporesi

di Micol Di Veroli Commenta

In occasione della settima edizione di Obbiettivo Donna, Silvia Camporesi terrà un workshop dedicato a tutti coloro che vogliono apprendere le possibili modalità attraverso cui incanalare la propria creatività. Il 23 marzo, a conclusione della prima tappa del workshop, booksigning del nuovo libro di Silvia Camporesi La terza Venezia.

Come nascono le idee? Come passo dal pensiero al lavoro finito – sia esso una singola immagine o un intero progetto? Di cosa ho bisogno? Questo workshop è improntato sul tema della progettazione artistica fotografica e riflette su come muoversi nell’intricata strada dei pensieri e delle azioni che conducono alla realizzazione dell’opera. Obiettivo del workshop è comprendere il modus operandi che sta dietro ogni lavoro artistico. Ogni passo è fondamentale nella creazione di un’opera. Le strade percorse per arrivare al risultato finale, pur rimanendo nella maggior parte dei casi sotterranee, sono anch’esse parti importanti dell’opera. Durante il workshop cercheremo di rendere visibili questi percorsi.

1. COME NASCONO LE IDEE
Il primo passo sta nel capire come nascono le idee artistiche, quale il luogo e la suggestione della loro origine (un libro, la scena di un film, qualcosa visto per strada.). Dopo una presentazione personale, in questa prima parte del workshop guarderemo esempi importanti di costruzione di opere presi dalla storia dell’arte e della fotografia.

2. LA PRATICA ARTISTICA
Inizio della pratica. Si partirà da uno stimolo comune che permetterà al gruppo di lavorare su un’idea, per mettere a punto il metodo di lavoro. Successivamente ognuno lavorerà individualmente sviluppando un proprio progetto personale.

3. LA STRADA ARTISTICA
Il terzo passo è la preparazione della strada per arrivare al progetto: come passo dal pensiero al lavoro finito (sia esso una singola immagine o un Intero progetto). In questa parte del workshop il lavoro consiste nella costruzione di quaderni nei quali raccogliere pensieri e immagini preparatorie. l’obiettivo è disporre di tutto il materiale necessario alla realizzazione dell’opera attraverso:
· suggerimenti di idee già esistenti: ricerca tematica su internet, libri ecc. Tutto quello che è già stato fatto in proposito. Ricerca capillare. Stampa e confronto delle immagini.
· personalizzazione, tramite disegno o costruzione dell’immagine/progetto
· abbinare testi e parole. Impreziosire l’idea rendendola più forte. Eventuale aggiunta di disegni o tutto quello che serve per migliorare la comprensione dell’idea.

4. COSA MANCA?
Ultimi dettagli da definire nella pre-produzione dell’opera.
Elenco materiale necessario: luogo, luce, altre considerazioni.
Il quadro per la produzione di un’opera è completo, manca solo l’atto finale, lo scatto, che non sarà preso in considerazione in questa sede.

Silvia Camporesi. Nata a Forlì nel 1973, laureata in filosofia, vive e lavora a Forlì. Attraverso i linguaggi della fotografia e del video e facendo spesso ricorso all’autorappresentazione, costruisce racconti che traggono spunto dal mito, dalla letteratura, dalle religioni e dalla vita reale. La sua ricerca si muove su una sottile linea di confine fra immaginazione e realtà, fra veglia e sogno, in contesti in cui il soggetto è sempre in un rapporto di dialogo con l’elemento naturale e teso verso il tentativo di trascendere i limiti del corpo e della mente. Dal 2000 ha esposto in numerose mostre in Italia e all’estero. Affianca l’attività artistica all’insegnamento di fotografia e critica dell’immagine. Ha realizzato molti progetti, pubblicato, esposto in numerose mostre: per la biografia completa rimandiamo al sito www.silviacamporesi.it

Informazioni Tecniche
Officine Fotografiche – Roma, venerdì 23, sabato 24, domenica 25 marzo 2012
23 marzo ore 17.30 – 19.30
24 marzo ore 10.30 – 18.00
25 marzo ore 10.30 – 18.00

max 10 partecipanti
costo 250€. ai soci iscritti 200€

Per informazioni e iscrizioni
Officine Fotografiche
via G. Libetta, 1 – Roma
www.officinefotografiche.org
www.obbiettivodonna.net

Il progetto, nato in collaborazione con MICamera Milano, è stato realizzato nelle seguenti sedi: Micamera, Milano – Spazio Labò, Bologna – Istituto Marangoni, Firenze – Galleria Photographica fine art, Lugano – Festival Ipercorpo, Forlì – Galleria Vision Quest, Genova- Galleria MLB, Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>