Vicenda MAXXI, l’Amaci precisa

di Micol Di Veroli Commenta

Precisazione riguardo all’incontro del Sottosegretario Roberto Cecchi con i rappresentanti della Consulta Permanente per l’Arte Contemporanea. Con riferimento al comunicato diramato dal MIBAC lo scorso martedì 24 aprile in seguito all’incontro del Sottosegretario Roberto Cecchi con i rappresentanti della Consulta Permanente per l’Arte Contemporanea, AMACI intende precisare che il proprio Vicepresidente, Ludovico Pratesi, ha preso parte al suddetto incontro in qualità di rappresentante delegato dalla Consulta stessa e non in rappresentanza dell’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani.

AMACI è infatti ancora in attesa di ricevere una risposta ufficiale dal Presidente del Consiglio, Mario Monti, e dai Ministri competenti in merito alla richiesta di audizione inoltrata con carattere d’urgenza lo scorso martedì 17 aprile. In questa fase particolarmente delicata della vita nazionale, infatti, il Consiglio Direttivo dell’Associazione ritiene essere il Governo l’unico interlocutore in grado di valutare l’impatto economico e sociale del settore dell’arte contemporanea in Italia e il contributo concreto che adeguate politiche culturali, inserite in un più ampio piano di sviluppo e rilancio, possono dare al nostro Paese per uscire dall’attuale scenario di crisi e per poter mantenere e accrescere la credibilità riconosciuta a livello internazionale.

Nel frattempo, sempre sul blog di Occupiamoci di Contemporaneo è possibile leggere le seguenti dichiarazioni di Zaha Hadid in merito alla sua creazione più avveniristica

Dalla sua inaugurazione nel 2010, il successo del MAXXI è stato straordinario. Attraverso l’organizzazione di mostre di successo e la collaborazione con i più autorevoli artisti e designers di tutto il mondo, il MAXXI si è costruito un’importante reputazione internazionale, posizionando Roma tra le più importanti città al mondo per l’arte contemporanea e confermando l’Italia nel novero dei leaders mondiali nei campi della creatività e della produzione culturale. Questo risultato così significativo deve essere attribuito all’impegno e allo spirito di abnegazione della Fondazione MAXXI. Con una guida così lungimirante, sono convinta che il successo del MAXXI continuerà a crescere oltre ogni aspettativa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>