Florian Pumhösl alla Lisson Gallery di Milano

di Micol Di Veroli Commenta

Lisson Gallery Milan è lieta di annunciare la personale dedicata all’artista austriaco Florian Pumhösl (1955, Vienna).  La mostra “Florian Pumhösl: Three Animated Films” comprenderà tre film: Animated Map (2005), EI335721443JP (2009) e Tract (2011), una vetrina e una nuova opera a muro realizzata appositamente per l’occasione. L’esposizione sarà aperta al pubblico dal 28 settembre al 2 novembre 2012.

Animated Map, 2005  16 mm film, color, 4:20 mins., loop, silent
Le “Mappe Animate” rappresentano i precursori delle immagini animate nel cinema e, in passato, sono state utilizzate come illustrazioni nei bollettini settimanali di attualità. Durante la Prima Guerra Mondiale, “mappe animate” sono state spesso realizzate per rappresentare cinematograficamente alcune battaglie, dando prova della stretta relazione tra il complesso militare-industriale e il linguaggio pittorico astratto dell’inizio del 20 ° secolo.

In questa animazione, una divisa militare della prima guerra mondiale viene ricostruita a partire da una fotografia. Una sequenza cronologica, che parte dai singoli pezzi del modello del sarto, dà vita a una semplice animazione che viene proiettato in loop. L’assenza stessa del soldato diventa una cartografia autonoma, che pone la logica della produzione industriale, in questo caso di prodotti tessili, in stretta relazione con quella del sistema cinematografico.

EI335721443JP, 2009  16 mm film, b&w, 15 mins./191 m, loop, silent

Il punto di partenza per il secondo film animato astratto “EI335721443JP“ è un libro giapponese della fine del XVII secolo, Yuzen Hiinagata (1688), un’opera in quattro volume di disegni per kimono conservata nella collezione della Tenri Central Library in Giappone. Le forme grafiche delle illustrazioni del libro sono state semplificate e nuovamente messe in sequenza così da mantenere evidente la natura delle forme frammentate. Durante la proiezione, le forme emergono come tracciate da una matita e al momento del loro completamento scompaiono. Il film è diviso in numerosi capitoli, i cui titoli coincidono con i reali codici di archiviazione utilizzati nella Tenri Central Library.

Tract, 2011
16 mm film, color, 9 mins., loop, silent

Tract è il risultato di uno studio sulla notazione della danza e sulla sua relazione con la percezione dello spazio nel cinema astratto e nei moderni spazi espositivi. “Tract” è un film animato astratto proiettato sul muro di uno spazio espositivo vuoto. Mentre un campo di colore definisce sul muro l’area dove si svolge l’azione o il movimento, i simboli elementari e le linee animate descrivono figure e movimenti essenziali, che, nella notazione della danza del primo Barocco, venivano chiamati “tracts”. Pumhösl concepisce la proiezione del film come una componente dello spazio. Il film si concentra sulla definizione dal punto di vista storico della figura, del movimento e dello spazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>