Video arte italiana al MaMba di Buenos Aires

di Micol Di Veroli Commenta

Il MaMba, Museo d’Arte Moderna di Buenos Aires, il Ministero della Cultura della Città di Buenos Aires, e gli Amici del Museo d’Arte Moderna di Buenos Aires, in collaborazione con Federculture Italia e Ambasciata d’ Italia in Argentina, il Consolato Generale d’Italia a Buenos Aires e l’Istituto Italiano di Cultura, ha l’onore di presentare la mostra: Video Arte Italiana 2004-2012 curata da Micol Di Veroli, Giovanna Sarno e Massimo Scaringella e prodotta da Federculture Italia  Mamba, Buenos Aires (Argentina).

Il costante progresso della tecnologia ha introdotto nella cultura popolare un nuovo sistema semiotico sorretto da nuove regole, che di fatto hanno cambiato il nostro modo di concepire ideologie, estetiche e politiche sociali. L’elevata velocità a cui viaggiano immagini, informazioni e concetti ha permesso il superamento di barriere e confini sia geografici che fisici e mentali, contribuendo a creare ciò che oggigiorno si definisce società globale o multimediale.

Tutti questi elementi, virtualmente alla portata di tutti, sono però difficili da raggiungere e spesso alcune generazioni si trovano tagliate fuori da processi tecnologici e di trasformazione sociale.  L’arte rappresenta una grande  piattaforma di informazione e confronto, il mondo della creatività è inoltre una delle primissime realtà che ha fatto largo uso delle nuove tecnologie, dei new media e delle nuove piattaforme multimediali.

Questo progetto ha quindi l’obiettivo di mostrare le differenze generazionali, culturali ed identitarie dell’arte italiana. Tali limiti e possibilità saranno evidenziati dal potere mediale ed immaginifico della video arte, mezzo che più di ogni altro riesce a comunicare sensazioni ed emozioni in movimento e che può fare uso dei più attuali mezzi tecnologici per esprimere a pieno la creatività dell’artista.

La mostra comprende opere di Bianco-Valente, Masbedo, Anita Cala, Stefano Cagol, Rosa Jijon, Susan Kleinberg, Sandro Mele, Daniela Perego, Fabrizio Plessi, Daniele Puppi, Arash Radpuor, Pietro Ruffo, Guendalina Salini, Studio Azzurro e Carlo Zanni.

Inaugurazione 18 dicembre 2012
Contatto per la stampa Museo d’Arte Moderna di Buenos Aires, Monica Poggio [email protected]
San Juan 350. Città di Buenos Aires. Tel.4342-3001/2970
www.museodeartemoderno.buenosaires.gob.ar

Governo della Città di Buenos Aires Sottosegretario Ministero della Cultura della Direzione Beni Culturali Musei del Museo di Arte Moderna di Buenos Aires

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>