Florian Neufeldt e Prevenire la cura al 26cc di Roma

di Micol Di Veroli Commenta

26cc apre il prossimo 15 dicembre alle ore 18:30 la nuova stagione con due mostre. La personale dell’artista tedesco Florian Neufeldt – in collaborazione con The Gallery Apart – e Prevenire la cura che presenta i progetti di dodici curatori. Nothing succeeds like success, and nothing survives like survival, parla di inibizione e dell’impotenza di fronte alle dinamiche incontrollabili del potere. Gli scheletri di alcune sedie da ufficio – manipolate in modo da alterare il binomio aspetto/funzione -compongono un’originale e frammentata architettura aerea che ospita il suono.

Gli altoparlanti diffondono il suono di una voce che recita ripetutamente – e fino a rimanere senza fiato – una serie di parole che sembrano avere un significato simile. Le parole recitate si riferiscono alla sopravvivenza e alla competitività in ambito sociale, ad esempio: forza, resistenza, potere; sono una sorta di mantra inutile, quasi grottesco perchè la voce si fa sempre più flebile. Neufeldt sceglie volutamente parole ambigue che hanno sensi e significati diversi, se si confronta il linguaggio comune con quello utilizzato, ad esempio, nella sfera economica; e in tal modo pone in evidenza le strategie attraverso cui il potere agisce, utilizzando le regole e i codici in maniera esclusivo. Prevenire la cura è una mostra di progetti curatoriali non ancora realizzati: una raccolta di idee, di riflessioni e di possibili azioni nella pratica dell’arte, che affermano la centralità e la necessità della cultura. Come già Usine de rêve – la rassegna realizzata da 26cc nell’aprile 2009 che raccoglieva i progetti di cinquantotto artisti – Prevenire la cura non si limita al momento espositivo, ma diviene luogo attivo di ricerca e realizzazione, i dossier, infatti, verranno raccolti in una pubblicazione e inviati a enti pubblici, fondazioni e centri culturali.

I curatori invitati sono:
Antonia Alampi, Giusy Checola, Vincenzo De Bellis e Bruna Roccasalva (Peep-Hole), Micol Di Veroli, Gabriele Gaspari, Francesco Lucifora, Susanna Sara Mandice, Fabrizio Pizzuto, Francesca Referza, Anna Simone, Stefano Taccone, Marco Tagliafierro

Special guest di Prevenire la cura è RAM radioartemobile che presenta una selezione
dei progetti non realizzati negli ultimi anni. Le mostre resteranno aperte fino al 31 gennaio 2011 e saranno visitabili su appuntamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>