La scimmia pensa, la scimmia fa

di Redazione Commenta

Spread the love

Sponge Living Space riapre la stagione il 26 settembre 2009 con la personale di Massimo Festi, La Scimmia pensa, la scimmia fa, a cura di Susanna Ferretti.
Lo spazio, un casolare di campagna dell’entroterra marchigiano con il quarto appuntamento del progetto Sponge Living Space diventa uno tra i luoghi più curiosi nel quale allestire una mostra d’Arte Contemporanea.

Il nuovo spazio è una piattaforma underground nel quale artisti, curatori e critici fondono le proprie esperienze in un ambiente di totale libertà. Ogni ambiente del casolare si caratterizza per il colore diverso di ogni stanza, ogni stanza racconta una storia, le storie ovviamente sono quelle degli artisti.
Le storie, in questo caso, sono quelle dei personaggi che popolano l’opera di Massimo Festi. La scimmia Pensa, la scimmia fa oltre ad essere un omaggio a Chuck PalahniuK, non è altro la storia di un qualcuno che vuole essere raccontato. L’artista, come un trovatore porta in scena  il contrapporsi e la distanza tra carnalità e realtà dei fatti. I personaggi di Massimo Festi muovono le proprie sorti tra realtà e fantasia. Talvolta la realtà supera la fantasia,  ed è proprio in questo frangente, quando il confine è oltrepassato che i personaggi diventano icone della contemporaneità o meglio secondo l’artista stesso antiumanesimo d’icone universali. L’opera dell’artista, inoltre, sarà presentata lo stesso giorno sia nello Sponge Living Space di Mezzanotte di Pergola sia presso gli spazi di Arte in Scacco di Vercelli. La mostra in entrambi gli spazi sarà visitabile fino al 25  ottobre 2009 su appuntamento.

Massimo Festi (Ferrara, 1972). Diplomato nel 1998 all’Accademia di Belle Arti di Bologna con il teorico di mutazioni legate ai linguaggi visivi Francesca Alfano Miglietti (FAM). E’ sull’individuo che si concentra la tematica del suo lavoro. Utilizza la fotografia digitale in termini pittorici attraverso un ‘indagine che pone in primo piano una identità che produca linguaggio. Ha esposto in Italia e all’estero. Tra le maggiori esposizioni: Is the party over?, Rialtosantambrogio, Roma (2008); Il Piacere, Museo Casa D’Annunzio, Pescara (2008); Nuovi Eroi, Next Art Gallery, Arezzo (2008); Il supplizio dell’Identità, Artsinergy, Bologna (2008); Gli amori impossibili della Signora J, Galleria Canalgrande18, Modena (2007); Premio Celeste, Museo Marino Marini, Firenze (2006); PagineBianche d’Autore, Palazzo Bevilacqua, Bologna (2006); PLOT.ART.EUROPA, Varie sedi (2005).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>