Banksy e il suo atto di denuncia al riscaldamento globale

di Redazione Commenta

Spread the love

Banksy è decisamente l’eroe della street art, il misterioso artista londinese è reduce dalla mostra al museo di Bristol che ha attratto la bellezza di 300.000 visitatori per un totale di 45.000 sterline di incasso e circa 10 milioni di sterline di introiti in più per l’economia locale.

Ovviamente un super eroe come Banksy non ha certo bisogno di riposarsi ed il nostro beniamino è tornato nuovamente ad invadere le strade metropolitane con le sue affascinanti creazioni. Una nuova opera di Banksy è infatti apparsa vicino il Ponte Oval nel quartiere di Camden a Londra. Certo il graffito in questione non mancherà di indispettire gli ambientalisti poichè il fallimento del vertice sul riscaldamento globale di Copenhagen ha apparentemente donato ispirazione allo street artist che ha voluto dare la sua opinione riguardo il summit mediante uno delle sue opere rudimentali mai eseguite prima d’ora. Banksy ha infatti vergato con dello spray rosso le parole “I Don’t Believe in Global Warming” che in italiano suonano come “Io non credo al riscaldamento globale”. La scritta decisamente rozza è stata vergata in lettere maiuscole su di un muro accanto al Regent’s Canal ed alcune delle parole che la compongono sembrano affondare nell’acqua. L’opera è parte di quattro nuovi lavori eseguiti dall’artista nei dintorni del canale. Le altre tre opere sembrano essere più somiglianti a quelle create in passato anche grazie al modus operandi con cui sono state eseguite (stencils e quanto altro).  In una di queste tre opere è possibile osservare la figura di un operaio che sembra ricoprire un colorato graffito con una enorme massa di colore grigio. Un’ulteriore opera è invece possibile ammirare uno dei segni distintivi di Banksy, i topi raffigurati in cilindro e smoking. L’ultima opera infine raffigura un bambino che sembra pescare un graffiti tag dal canale. Insomma staremo a vedere se la scritta in questione è veramente una nuova opera di Banksy.

L’artista è ultimamente divenuto incredibilmente celebre ed alcune delle sue opere (che valgono centinaia di migliaia di sterline) sono state comperate da numerosi grandi collezionisti e da personaggi famosi come Brad Pitt ed Angelina Jolie. Negli ultimi tempi però le autorità cittadine hanno rimosso alcune opere dello street artist mentre altre sono state cancellate da atti vandalici. Queste vicende hanno sollevato molte critiche riguardo il valore reale della sua arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>