Nuove sedi per il Baibakov e per Gagosian mentre Koolhaas…

di Micol Di Veroli Commenta

Maria Baibakova è tornata all’assalto. La facoltosa e bellissima figlia del magnate Oleq Baibakov, già fondatrice nel 2008 del Baibakov Art Center ha infatti deciso di portare a termine l’ultima fase di sviluppo del suo centro per le arti che in soli due anni ha esposto nomi del calibro di Luc Tuymans, Paul Pfeiffer, Sterling Ruby e Matthew Brannon. Il Baibakov saluterà infatti gli spazi dell’ex fabbrica di cioccolato Red October di Mosca per spostarsi in uno spazio vicino il fiume Paveletskaya.

La nuova location occuperà circa 13.000 metri quadrati di superficie, donando così al Baibakov Center un’aura ancor più sofisticata e museale. Lo spazio aprirà al pubblico il prossimo 27 maggio con la mostra Perpetual Battles dove figurreranno artisti come Cyprien Gaillard, Saadane Afif e Adel Abdessemed.Nel frattempo, sempre parlando di espansioni e Risiko dell’arte contemporanea avrete certamente letto l’ultima notizia sul buon vecchio Larry Gagosian. Ebbene se non lo sapevate ancora, Larry Ga-Ga ha intenzione di invadere Hong Kong e Parigi con due succursali della Gagosian Gallery nuove di zecca. Insomma con queste due new entry Gagosian avrà a disposizione ben dieci spazi espositivi dal valore di centinaia di migliaia di dollari. A quanto sembra il mercato dell’arte contemporanea non è stato demoralizzato dalla crisi economica mondiale.

Ma cambiamo registro e parliamo di design. Rem Koolhaas non ha certo bisogno di presentazioni, il grande architetto (vincitore anche di un prestigioso Pritzker Prize) è infatti celebre per un cospicuo numero di edifici che spaziano dalla Biblioteca Pubblica di Seattle, Sino alla Seoul National University Museum of Art, senza dimenticare il futuristico progetto dello spazio interdisciplinare Prada Transformer, creato appunto per il noto Fashion Brand. In questi giorni però un altro Koolhaas si è guadagnato gli onori delle cronache di tutto il mondo. Si tratta del nipote del celebre architetto che risponde al nome di Rem D. Koolhaas, stesso nome stesso campo direte voi, ed invece il nipotino di Rem L. si occupa di fashion design con il suo brand United Nude, fondato nel 2003.

Questa settimana, dicevamo. Koolhaas junior ha lanciato una nuova collezione di scarpe da donna che è stata subito notata dai fashion magazines di tutto il mondo per il suo gusto vagamente fuori dall’ordinario, un poco come gli edifici di suo zio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>