Regno Unito: piccoli spazi, grandi ambizioni

di Redazione Commenta

Come forse molti di voi sapranno il Regno Unito rappresenta un importante polo dell’arte contemporanea. Oltre ai tanti protagonisti dell’universo creativo come Damien Hirst, Marc Quinn e Tracey Emin (tanto per citarne alcuni), la nazione britannica offre numerosi e prestigiosi spazi espositivi come il Tate, la Serpentine Gallery, La Whitechapel Art Gallery, La Barbican e molte altre prestigiose gallerie private. Queste istituzioni organizzano periodicamente dei veri e propri blockbusters del contemporaneo, presentando mostre che attirano centinaia di migliaia di persone.

Eppure la Gran Bretagna è piena di piccoli spazi, gallerie che sono forse fuori dal grande giro dell’arte ma che propongono eventi decisamente interessanti. Vi forniamo di seguito un piccolo elenco di gallerie da tenere d’occhio se in estate vi trovate a girare per il Regno Unito.

Transmission Gallery a Glasgow
A Glasgow è facile trovare spazi gestiti dagli artisti e la Transmission è stata la prima galleria “indipendente” a mettere in mostra star del contemporaneo come Douglas Gordon.

International Project Space e Ikon Gallery a Birmingham

La Ikon gestisce grandi nomi mentr l’International Project Space è sempre alla ricerca di nuovi talenti come Dexter Sinister e Emily Wardill.

Changing Room a  Stirling
Una delle gallerie scozzesi più innovative. Tra le mostre in programma anche una personale a Charles Avery, protagonista della Biennale di Venezia 2007.

Plymouth Arts Centre a Plymouth
Si tratta di uno spazio molto piccolo ma non lasciatevi ingannare dalle dimensioni, recentemente la galleria ha presentato una mostra sviluppata in collaborazione con Marina Abramovic.

The Exchange a  Penzance
Ex spazio industriale, ora galleria di tutto rispetto che in questi giorni ospita l’artista Fluxus, Tatsumi Orimoto.

Focalpoint a Southend-on-Sea

Questo spazio si trova all’interno di una biblioteca e organizza prevalentemente mostre fotografiche e video di artisti locali.

Spacex a  Exeter

Bellissima galleria sita all’interno di un magazzino di epoca vittoriana. Lo Spacex propone un programma prestigioso con artisti del calibro di Jeremy Deller e Cory Arcangel.

G39 a Cardiff

Si tratta di uno spazio completamente gestito da artisti. Ovviamente le parole d’ordine sono sperimentazione e gusto per il rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>