Governare il caso si può alla Galleria Civica di Modena

di Redazione Commenta

Spread the love

Governare il Caso, la ricognizione artistica che la Galleria Civica di Modena condurrà in occasione del festivalfilosofia, in programma a Modena dal 17 al 19 settembre 2010, dedicato quest’anno al tema della Fortuna. Le azioni – e le sperimentazioni – di artisti, musicisti, attori, performer, poeti, concorreranno alla tre giorni dedicata all’improvvisazione organizzata dalla Galleria Civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, curata da Marco Pierini.

In bilico fra buona o cattiva sorte, governati dal caso, da sempre ci interroghiamo sul concetto di destino, desiderando, disperatamente, di conoscerne i disegni. Una sfida impossibile, eppure inevitabile, che ci spinge oltre confine, chiunque sia l’attore della scommessa: musicista, filosofo, letterato o artista. In occasione del festivalfilosofia la Galleria Civica di Modena ha scelto di concentrarsi sull’intervento del caso nei processi di produzione ed espressione artistica e sulla capacità dell’artista di governare cio’ che dal caso scaturisce. Tre giorni per indagare una delle possibili declinazioni del concetto di Fortuna.

A Palazzo Santa Margherita nella Sala Grande di Palazzo Santa Margherita sarà allestito un piccolo omaggio a John Cage, eletto a nume tutelare dell’intero progetto, composto da una serie di ritratti fotografici del musicista americano realizzata da Roberto Masotti, che ne ha fatto dono in quest’occasione alla Galleria, e da due video sulla figura di Cage, uno realizzato dallo stesso Masotti con Alvin Curran, Gerardo Lamattina e Lino Greco (Open Cage, 2007) e uno, intitolato Catch 44, prodotto nel 1971 da Nam June Paik. Nell’ammezzato del Palazzo verrà poi ripresentato il video-documentario realizzato da Marco Gerra sulle due edizioni di Parole sui muri, precoce esempio di festival dedicato alla produzione artistica estemporanea tenutosi a Fiumalbo nel 1967 e 1968.

Nel chiostro: Nelle tre sere del festivalfilosofia performers, musicisti e artisti – Mikhail Karikis, Paolo Angeli, Eraldo Bernocchi, Lorenzo Esposito Fornasari, Petulia Mattioli, DJ AD Bourke, Francesco Burroni, Silvia Bruni ed Enrico Rustici di Aresteatro, Stefano -Cocco- Cantini, Giulio Stracciati e Massimo Furlan – si alterneranno nel chiostro del palazzo dando vita ad azioni, spettacoli e concerti legati dal filo conduttore dell’improvvisazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>