Londra 2012, altro che Italia ’90

di Micol Di Veroli Commenta

Londra come ben sapete ospiterà i giochi olimpici del 2012 ed è inutile negare che in questi giorni la city è in gran fermento per programmare una degna offerta culturale. Rispetto agli inglesi, noi italiani abbiamo sempre usato questi grandi eventi sportivi per lucrare e realizzare nuovi impianti, sia sportivi che civili, per poi abbandonali in tutta fretta, lasciandoli  marcire indecorosamente. Basti pensare allo scandalo dei mondiali di calcio Italia ’90 ed agli ampliamenti dello stadio Meazza, al nuovo impianto San Nicola di Bari, le varie stazioni ferroviarie come il Terminal Ostiense a Roma è così via, tutte opere costate un occhio della testa e decisamente inutili, di mostre d’arte neanche a parlarne.

Gli inglesi invece pensano anche alla cultura, magari non saranno un popolo perfetto ma hanno compreso  l’importanza ed il ritorno d’immagine ed economico che la cultura offre. Il Tate ad esempio partirà con una grande retrospettiva su Damien Hirst, controverso artista-fenomeno della generazione YBA. Ovviamente saranno presenti alla mostra pezzi forti come The Physical Impossibility of Death in the Mind of Someone Living (lo squalo in formaldeide) e A Thousand Years (la testa di mucca putrescente). Per l’estate 2012 la Turbine Hall ospiterà invece Tino Sehgal che metterà in scena una performance ancora segretissima. Tra le mostre blockbusters invece la Tate Modern ospiterà una grande retrospettiva dedicata a Edvard Munch.

La Tate Britain rialzerà la posta con la mostra Picasso and Britain che mostrerà al pubblico l’influenza esercitata dal maestro spagnolo su artisti inglesi del calbro di Henry Moore, Ben Nicholson e Francis Bacon e sarà possibile ammirare quanto la mostra di Picasso ospitata dalla Tate Gallery nel 1960 abbia influenzato il giovane David Hockney. La Tate Liverpool ospiterà invece l’artista americano Cy Twombly e la Tate St Ives aprirà le sue sale ad Alex Katz assieme a Simon Fujiwara. Senza contare l’ArcelorMittal Orbit, la futuristica torre disegnata da Anish Kapoor. Insomma i motori della macchina inglese sono già a pieno regime e ci saranno molte altre cose da vedere. Noi vi terremo informati, come sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>