MIA, Milan Image Art Fair

di Micol Di Veroli Commenta

Sarà la multi-location creativa milanese Superstudio Più ad ospitare la prima edizione di MIA Milan Image Art Fair, l’unica fiera organizzata in Italia dedicata unicamente al mondo della fotografia e della video arte. Nata da un’idea di Fabio Castelli, collezionista d’arte e di fotografia oltre che curatore di numerose mostre personali e collettive in spazi pubblici e privati, MIA sarà aperta al pubblico dal 12 al 15 maggio 2011.

Alla base del progetto vi sarà una forte novità che distinguerà MIA dal tradizionale schema delle fiere italiane: a ciascun espositore, infatti, verrà richiesto di proporre le opere di un solo artista per ogni stand così da offrire al pubblico un percorso, il più esaustivo e coinvolgente possibile, sulla ricerca di ciascun fotografo. Questa scelta si fonda sulla consapevolezza del ruolo sempre più decisivo e trasversale che la fotografia ha assunto tra i linguaggi espressivi nel sistema dell’arte contemporanea.
Spiccano tra le altre categorie presentate quella dei fotolaboratori, la cui presenza suggella la nascita del nuovo sodalizio con gli artisti. Verrà così permesso al pubblico di comprendere come la diversa tecnica di riproduzione delle opere faccia parte del linguaggio di espressione artistica. MIA intende creare un appuntamento imprescindibile dove tutti gli operatori e attori del mondo della fotografia, professionisti ma anche semplici appassionati, possano incontrarsi e confrontarsi, dagli artisti/fotografi ai galleristi, dai collezionisti, agli editori, critici e stampa specializzata.

La fiera, che si svilupperà per una estensione complessiva di 8.000 mq, ospiterà 200 operatori tra gallerie, artisti, fotolaboratori, case editrici, fondazioni, archivi e istituti di formazione, tra i più qualificati sulla scena italiana ed internazionale. MIA estende la propria visione innovativa anche verso il catalogo di fiera, inteso non più come classico volume riassuntivo con schede su artisti e opere esposte, bensì come un vero e proprio selfbook, un libro che ciascun visitatore potrà assemblare ed arricchire durante il suo percorso di visita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>