Gian Maria Tosatti – Lo spazio come memoria personale e collettiva

di Redazione Commenta

Spread the love

Lunedì 6 giugno 2011, alle ore 17.00, si terrà presso il MLAC – Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, la MasterClass / Incontro con l’artista Gian Maria Tosatti dal titolo Lo spazio come memoria personale e collettiva, a cura di Chiara Pirozzi.

In questa occasione l’artista presenterà le sue opere a partire dall’ultimo lavoro intitolato Testamento – Devozioni X, un’installazione site-specific realizzata all’interno della Torretta dell’Ospedale San Camillo di Roma. L’opera rappresenta l’ultima tappa del ciclo Devozioni, nel quale l’artista ha realizzato una serie di installazioni in luoghi fatiscenti e obsoleti della città. Con questa operazione Gian Maria Tosatti costruisce ambienti visionari, allo scopo di rendere espliciti una serie di archetipi che, a partire dall’età classica, hanno fortemente segnato e condizionato la storia dell’umanità.

La ricerca artistica di Gian Maria Tosatti si concentra da tempo sullo svelamento delle memorie e degli inconsci sia personali che collettivi; ne sono testimonianza i cicli di opere Le considerazioni sulla mia prima comunione restano lettera morta (2009), nel quale la creazione di uno spaesamento spazio-temporale dà voce ai sogni privati dell’artista, e Fondamenta (2009), dove vengono interpretati i modelli e gli archetipi dell’Era contemporanea. Nelle installazioni del ciclo Landscape (2006) l’artista crea una profonda connessione tra le architetture preesistenti e il segno artistico, al fine di denunciare lo stato critico nel quale versano gli spazi urbani prescelti.

Gian Maria Tosatti (Roma, 1980) è un artista visivo, fondatore e direttore dello studio di Hôtel de la Lune. La sua ricerca si concentra inizialmente nel campo delle arti performative grazie agli studi realizzati presso il “Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale” di Pontedera. Successivamente il percorso artistico di Tosatti approfondisce l’interpretazione degli spazi urbani, attraverso la realizzazione di grandi installazioni ambientali. Gian Maria Tosatti è inoltre giornalista e direttore del settimanale di cultura «La Differenza» e ha fatto parte del team di direzione del “Centro culturale indipendente Angelo Mai” di Roma.

L’evento si svolge nell’ambito del programma MasterClass del MLAC su progetto scientifico del direttore Simonetta Lux e per la realizzazione del curatore del MLAC Domenico Scudero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>