Bill Viola, Richard Serra e Urs Fischer a New York

di Redazione Commenta

Spread the love

 Se avete intenzione di visitare New York in questi giorni sappiate che la grande mela, oltre alla sua enorme ed abituale offerta di arte contemporanea, sarà teatro verso la fine di ottobre alcune grandi mostre assolutamente imperdibili. Ma andiamo per gradi e analizziamo attentamente ogni proposta. La James Cohan Gallery ospiterà dal 23 ottobre sino al 19 dicembre Bodies of Light un’interessante retrospettiva dell’acclamato video artista americano Bill Viola. Da più di 35 anni Viola è celebre per aver trasformato la video arte in una delle forme vitali dell’arte contemporanea.

In tutto questo tempo l’artista ha creato video, installazioni video e sonore, performances di musica elettronica ed opere per luoghi sacri. La sua creatività indaga sull’universalità di esperienze umane quali la nascita, la morte e la spiritualità. La mostra alla James Cohan Gallery presenta opere che si allargano su due decadi di lavoro ed includono l’installazione video-sonora Pneuma ed alcuni pezzi in flat screen dalla serie Transfigurations, nuovo progetto di Viola che ha avuto origine da Ocean Without a Shore, installata nella chiesa di San Gallo durante la Biennale di Venezia del 2007. La Gagosian Gallery presenterà invece dal 27 ottobre al 23 dicembre due grandi sculture di Richard Serra dal titolo Blind Spot (2002-2003) e Open Ended (2007-2008). Si tratta di due strutture similari e concentriche costituite da lastre di acciaio inossidabile. L’opera Open Ended è stata precedentemente esposta alla Gagosian di Londra nel 2008 ma è la prima volta in assoluto che le due opere gemelle sono esposte assieme. Le immense sculture di Serra non  hanno certo bisogno di presentazioni e fanno parte delle collezioni dei più importanti musei di tutto il mondo.Blind Spot / Open Ended è la più importante mostra dedicata a Serra negli stati uniti dopo la retrospettiva Richard Serra, Sculpture: Forty Years al MoMA, Museum of Modern Art di New York nel 2007.

 Concludiamo con la grande mostra di Urs Fischer il quale dal 28 ottobre al 24 gennaio 2010 prenderà possesso dell’intero New Museum sulla Bowery. L’artista trasformerà lo spazio espositivo installando enormi monumenti, astrazioni e labirinti di specchi. La mostra organizzata da Massimiliano Gioni ha impegnato FIscher per ben quattro anni e rappresenta un’ottima occasione per immergersi nel suo universo, fragile e spettacolare allo stesso tempo.

Photo Copyright: Gagosian Gallery, James Cohan Gallery, New Museum, Bill Viola, Richard Serra, Urs FIscher

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>