Kinder Art, arte contemporanea e sorprese

di Micol Di Veroli 5

kinderart
Che c’entra l’ovetto Kinder con la Triennale? La storia è lunga. E’ cominciata più di un anno fa, quando in Kinder arrivò una segnalazione: era stata vista in mostra un’opera di arte contemporanea, interamente composta di sorpresine (quei piccoli giocattoli che si trovano dentro Kinder Sorpresa).

Lo stupore lasciò presto il campo alla curiosità: e se ce ne fossero state altre di opere d’arte ispirate all’ovetto e alle sue sorprese? Venne avviata una ricerca sulle testate d’arte contemporanea che portò, in meno di due mesi, a 280 segnalazioni. Incredibile, no? Però, a pensarci bene, plausibile. L’ovetto Kinder è stato un mito per tre generazioni di bambini.
E un mito stimola emozioni, fantasia, ricordi… non è così strano che stimoli anche arte! Di fronte a centinaia di opere segnalate, il primo pensiero è stato di organizzarsi per poterle esporre. Non tutte, ovviamente. Serviva un comitato di esperti che le censisse e le scegliesse con criteri di merito artistico. Con l’aiuto di un’associazione no-profit (Arte Giovane), si è formato un comitato, composto da Francesco Poli, Guido Curto e Giorgina Bertolino.

Il comitato ha scelto le opere di 21 artisti, che il 14 di novembre saranno esposte alla Triennale di Milano Bovisa, fino all’inizio di gennaio, in una mostra dal titolo KINDER ART. In circa quarant’anni di vita, per Kinder Sorpresa sono state studiate e create più di 5000 sorprese diverse, per alimentare la fantasia e la creatività dei bambini. Ora, quelle stesse sorpresine sono diventate la materia di una creazione inaspettata ed insolita.

E’ un percorso interessante e ricco di implicazioni per un marchio come Kinder: un’ esperienza che porta ad esplorare i legami tra il gioco, la fantasia, l’infanzia e la creazione artistica giovanile. Per ora l’ovetto Kinder si affaccia alla Triennale. Ma non mancheranno novità nel prossimo futuro. O forse dovremmo chiamarle “sorprese”?

GLI ARTISTI CHE ESPORRANNO:
Mimmo Rotella, Andreas Grahl, Corrado Bonomi, Laurina Paperina, Anushah, Eric Klemm, Andrea Giorgi, Carlo Trevisan, Giandomenico Marini, Leandro Agostini, Mauro Biffaro, Sabrina Rocca, Gianni Bonda Valli, Maura Banfo, Jillian Mollettiere, Mirko Donati, Jessica Orobello, Solomon Cason, Giuseppe Stampone, Guillaume Paris, Nicus Lucà.

Commenti (5)

  1. Molte grazie per la pubblicazione di tali informazioni. Sono onorato di essere stato selezionato tra tanti artisti. In America, Kinder Sorpresa uova sono molto difficili da trovare. A quanto pare, i bambini in America, come per cercare di mangiare i giocattoli. 🙂 Vorrei poter vedere questo spettacolo a persona. Si spera, ci saranno le foto on-line o in stampa.

    Solo una piccola correzione: il mio nome è errato nel blog, ma questo è comprensibile, con un nome come Molettiere.

    (Italiano da Google)

  2. grazie! 😉

  3. La cosa divertente è che sono stato io ad ispirare il concorso, con la mia installazione ad Artissima nel 2007… ma forse nn ero abbastanza bravo x ARTEGIOVANE tanto da essere selezionato.
    Questo era il mio progetto:
    http://www.youtube.com/watch?v=dvsKejCy7G4&feature=player_embedded

  4. Felice di partecipare all’evento… ottimo il lavoro degli organizzatori, consiglio di vedere la mostra, oltretutto è gratuita! W l’arte contemporanea e W gli ovetti Kinder con i quali siamo cresciuti!! 🙂

    1. E noi siamo contenti che l’iniziativa abbia funzionato, poi diciamocelo chi non ama i mitici ovetti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>