Charles Saatchi ed i suoi allievi dalla Tv all’Hermitage di Sanpietroburgo

di Redazione Commenta

Charles Saatchi ha deciso di lanciare una nuova iniziativa al giorno, il vulcanico magnate dell’arte ha infatti deciso di selezionare un artista fra sei partecipanti e farlo esporre niente meno che all’ Hermitage di Sanpietroburgo. Inoltre il fortunato giovane artista potrà usufruire gratuitamente di uno studio a Londra per tre anni. La selezione avverrà direttamente su School Of Saatchi, programma in onda sulla BBC che si concluderà il prossimo 14 Dicembre. Il vincitore di questo talent show entrerà di diritto nella mostra  Newspeak: British Art Now attualmente ospitata dall’Hermitage.

In realtà l’opera del vincitore è già presente alla mostra ma è stata presentata in forma anonima, il nome del suo creatore sarà reso noto solo nella serata finale del programma.  “Charles è stato veramente entusiasta di questo format per la Tv”, ha dichiarato Rebecca Wilson direttore dell’area sviluppo della Saatchi Gallery “C’è sempre una strana reazione quando si guarda un’opera di arte concettuale, molte persone a riguardo pensano: quest’opera poteva farla anche mio figlio di 4 anni. Questa serie televisiva ci offre quindi l’opportunità di ascoltare l’artista ed aiuta le persone a capire il processo creativo che ha portato all’esecuzione dell’opera”.  Oltre 3.000 artisti hanno partecipato ai provini della trasmissione nessuno dei quali era rappresentato da una galleria. Di questi partecipanti solo 12 sono stati inseriti nel primo episodio della serie, successivamente Saatchi ha scelto i sei finalisti.  Invece di essere eliminati ad ogni puntata i sei artisti rimangono parte integrante del programma fino a che nella puntata finale verrà decretato il vincitor. Agli artisti sono stati assegnati diversi compiti come ad esempio disegnare un nudo di donna dal vivo, produrre un’installazione esterna sulla spiaggia di Hastings nel sud dell’Inghilterra e creare un’opera da esporre all’interno del Sudeley Castle.

Si mormora che uno dei possibili vincitori potrebbe essere Saad Qureshi, uno studente di origini pakistani che ha ultimamente prodotto un’opera comprendente delle torri di pane chapati impilato su di un tappeto, installazione che ha decisamente impressionato Charles Saatchi.  Anche Matt Clark che ha appeso al soffitto del Sudeley Castle alcune bolle di vetro con dentro del liquido rosso sangue sembra aver colpito l’immaginazione del  grande magnate dell’arte.  Insomma staremo a vedere quale sarà il nuovo talento scoperto da Saatchi, speriamo solo che l’arte contemporanea non si tramuti in un grande carrozzone circense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>