Il Team Robbo cancella uno storico murale di Banksy, la guerra continua

di Redazione Commenta

Spread the love

La guerra fra il nostro beniamino della street art Banksy contro il re King Robbo non conosce tregua. Come ben ricorderete tutto cominciò alla vigilia dello scorso Natale, quando Banksy decise di mettere in atto un vero e proprio bombing contro uno storico murale di King Robbo, creato circa 25 anni prima. In quell’occasione il nostro beniamino aggiunse uno stencil raffigurante un uomo nell’atto di cancellare il graffiti di Robbo. Il re si vide quindi costretto ad uscire dal suo pensionamento (che durava ormai da molti anni) per ri-manipolare l’opera e farla quindi sembrare un tributo di Banksy al grande e vecchio maestro.

Giungiamo quindi a fatti più recenti: non molto tempo fa Banksy si è preso un’ulteriore rivincita, anteponendo le lettere FUC ad un tag recante la firma King Robbo, trasformandolo in una chiara offesa al padre della street art britannica. In seguito Robbo è caduto sbattendo la testa mentre si trovava all’interno della sua abitazione, finendo così in coma farmacologico. Il team Robbo, formato da suoi giovani seguaci ha proposto quindi una tregua a Banksy, chiedendogli di mettere a disposizione una sua opera per un’asta di beneficenza a favore dello sfortunato re. Banksy non ha risposto all’appello e questo fatto, unito alle sue precedenti azioni di bombing, ha mandato il Team Robbo su tutte le furie. Con il re fuori combattimento bisognava pur compiere un’azione di difesa ed allora la crew di Robbo ha deciso di colpire l’eroe mascherato della street art nella sua città natale, vale a dire Bristol. Il Team Robbo ha scelto di agire su uno dei murales più celebri, quello raffigurante un tiratore scelto della polizia con alle spalle un bimbo in procinto di far scoppiare una busta di carta. Il murale è stato completamente ricoperto da vernice nera e successivamente firmato “Team Robbo”.

L’amministrazione cittadina ha dichiarato che il murale si trova su di una proprietà privata e che il restauro spetta ai diretti proprietari dell’immobile. Molti esponenti della street art londinese sostengono che la guerra tra Banksy e Robbo sia in realtà una grande montatura per farsi pubblicità a vicenda. Noi dobbiamo pur ammettere che Banksy non è nuovo a trovate di questo genere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>