Ancora sulla Biennale di Venezia, nominati gli artisti che rappresenteranno l’Ucraina e il Portogallo

di Redazione Commenta

Spread the love

Il Ministero della Cultura e del Turismo dell’Ucraina assieme al PinchukArtCenter hanno annunciato che Illya Chichkan, artista ucraino e Mihara Yasuhiro, di nazionalità giapponese rappresenteranno in cooperazione l’Ucraina alla 53esima Biennale di Venezia. Il titolo del progetto sarà Steppes of Dreamers e vedrà il supporto di Peter Doroshenko, direttore artistico del PinchukArtCenter.

Il progetto artistico esaminerà il passato, presente e futuro del paesaggio eurasiatico attraverso metafore cinematografiche ispirate dal regista ucraino Kira Muratova. L’installazione che avrà grandi dimensioni sarà esposta dentro e fuori gli spazi del Palazzo Papadopali.“L’Ucraina ha sempre rappresentato un punto di interconnessione per sentieri culturali, economici e sociali dall’ovest verso l’est. Illya Chichkan prima di divenire artista era un fashion designer e Mihara Yasuhiro ha iniziato come artista ed ora è un fashion designer. Volodymyr Klitchko, il campione mondiale di boxe sarà il curatore della manifestazione. La varietà di storie ed esperienze umane che ruotano attorno a questi personaggi creeranno un importante dialogo sull’identità e suo ruoli nella società odierna” afferma Peter Doroshenko.

Nel frattempo anche il Portogallo ha diramato un comunicato con i nomi dei prossimi artisti portoghesi presenti alla Biennale. João Maria Gusmão e Pedro Paiva parteciperanno insieme alla manifestazione con un’installazione alla Fondaco Dell’Arte curata da Natxo Checa. Il padiglione è commissionato e  dalla Direzione Generale per le Arti del Ministero della Cultura del Portogallo. Nel corso dell’ultima decade il duo artistico ha partecipato a numerose manifestazioni internazionali come la ventisettesima Biennale di San Paolo, la sesta Mercosul Biennial, Manifesta 7, PhotoEspana 08 ed ha esposto al CCA Wattis Institute for Contemporary Arts di San Francisco oltre che al Kunstverein Hanover. Le prossime mostre di João Maria Gusmão e Pedro Paiva saranno alla Ikon Gallery di Birmingham ed al Inhotim Cultural Center di Minas Gerais in Brasile.

Photo Copyright: João Maria Gusmão e Pedro Paiva, Colombo’s Column, 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>