Torna a Bologna Videoart Yearbook, edizione 2009

di Micol Di Veroli Commenta

 Dopo il successo delle prime tre edizioni, il Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna presenta Videoart Yearbook 2009, l’«Annuario della videoarte italiana», kermesse di proiezioni video in tre serate che avrà luogo dal 9 all’11 luglio  nel Chiostro di Santa Cristina a Bologna.

La rassegna  indaga nello specifico le forme espressive della videoarte e della manipolazione dell’immagine, due settori in continua e costante espansione nella sperimentazione artistica odierna, anche grazie all’applicazione delle più recenti tecnologie digitali, ormai assimilate nell’ambito dell’arte ed essenziali a molta della produzione più attuale. Videoart Yearbook si offre come un’attenta ricognizione della videoarte contemporanea; una campionatura ragionata che raccoglie, per questa quarta edizione, il meglio delle ultime e più avanzate produzioni video realizzate tra il 2008 e il 2009 nel panorama artistico italiano.L’elenco degli autori dei video in rassegna comprende alcuni tra i più quotati artisti in campo italiano sul fronte dell’arte contemporanea. Non mancano, però, giovani artisti provenienti da accademie, centri di sperimentazione e gallerie italiane che da tempo investono sulla videoarte come linguaggio espressivo di punta per l’arte contemporanee.
Sarà inoltre dedicato uno speciale omaggio all’artista sudafricano di fama internazionale William Kentridge, tra i numeri uno della videoarte al mondo, del quale saranno proiettati i lavori che hanno suggellato il suo successo, tra cui l’intera serie Soho Eckstein, i video del ciclo Zeno, il celebre Tide Table, e le otto video-performances della serie I am not me, the horse is not mine, tanto acclamate alla recente Biennale di Sidney nel 2008.
A fare da madrina della Festa di mezza estate e dell’Omaggio a William Kentridge sarà Lia Rumma, tra le più attive protagoniste delle gallerie private nel nostro Paese. Tra gli artisti da lei rappresentati ci sono nomi di primissimo ordine, da Georg Baselitz e Anselm Kiefer a Joseph Kosuth e Gary Hill, da Marina Abramovic e Vanessa Beecroft a Gino De Dominicis, e numerosi altri di fama internazionale tra cui lo stesso Kentridge.
Ecco la lista completa degli artisti partecipanti:
Karin Andersen, Marco Belfiore, Dario Bellini, Gianluca Codeghini, Davide Bertocchi, Bianco-Valente, Leonora Bisagno, Silvia Camporesi, Rita Casdia, Andrea Cavallari, Cristian Chironi, Luca Coclite, Damiano Colacito, Raffaella Crispino, Annamaria Di Giacomo, Francesco Di Tillo, Lilli Doriguzzi, Michael Fliri, Francesco Fossati, Riccardo Giacconi, Patrizia Giambi, Globalgroove, Debora Hirsch, Ilaria Filberti, Ernesto Jannini, Iva Kontic, Mattia Matteucci, Luca Matti, Marco Morandi, Sabrina Muzi, Bruno Muzzolini, Pasquale Napolitano, Massimiliano Nazzi, Francesco Ozzola, Stefano Pasquini, Daniele Pezzi, Michela Pozzi, Marco Rambaldi, Marco Raparelli, Andrea Renzini, Giovanna Ricotta, Fabrizio Rivola, Petar Stanovic, Marco Strappato, Mirco Tarsi, Devis Venturelli, Marco Villani, Debora Vrizzi e Diego Zuelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>